E se la Roma a proposito del grande colpo decidesse di farlo in mezzo al campo? Perché pure a centrocampo il club giallorosso almeno un altro giocatore dovrà garantirlo a Paulo Fonseca, magari con quelle caratteristiche dinamiche, di aggressività sulla palla e agonistiche che il tecnico predilige per i due ruoli di mediano davanti alla difesa a quattro. I nomi non mancano, anche se non sono certo semplici da portare a casa.

Il sogno Barella

È vero, tutte le informazioni diffuse dalla misteriosa ma sempre ascoltatissima radio mercato, fanno sapere che Barella sembra avviato sulla strada di Milano, sponda Inter. Conte lo vuole alle sue dipendenze, convinto di poter far fare al ragazzo sardo un ulteriore saltio di qualità. È altrettanto vero, però, che sulle stesse frequenze da un paio di giorni si segnala un raffredamento della trattativa, conseguenza probabilmente della rigidità del Cagliari che non pare voglia scendere da una valutazione di cinquanta milioni tondi, diventati ancora più tondi dopo il gol e l'ottima prestazione di Barella con la maglia azzurra ad Atene.

E l'Inter, appena uscita dal fair play finanziario e alle prese anche con altre richieste contiane, ha preferito prendere tempo sperando che sul giocatore non si inserisca nessuna altra squadra. Ed è qui che la Roma potrebbe tentare di fare il colpo visto che sta seguendo Barella da tempo. Potendo contare sul cash che potrebbe arrivare dall'eventuale, e neppure troppo eventuale, partenza di Manolas che, con il consenso del greco, può andare via con il pagamento di una clausola che dice trentasei milioni di euro.

Rimane comunque un'operazione complessa per il club giallorosso che sul piatto della bilancia non può mettere neppure la partecipazione alla prossima Champions League. E la cosa ovviamente è un ulteriore punto a vantaggio dell'Inter.

La novità Veretout

Il nome nuovo per il centrocampo che verrà della Roma, è quello del francese della Fiorentina Jordan Veretout, ventisei anni, centrocampista di grande agonismo, uno che non tira mai indietro la gamba. Il giocatore da tempo è nel mirino del Napoli dove De Laurentiis lo vorrebbe mettere a disposizione di Ancelotti, ma di mezzo ci si è messa la moglie del francese che nei giorni scorsi, senza mezzi termini, ha detto chiaro e tondo di non volere andare a Napoli perché «non vogliamo rischiare di essere uccisi».

Una dichiarazione certamente non conciliante nei confronti della città dove il marito dovrebbe andare a giocare. E allora il futuro di Veretout potrebbe cambiare destinazione. E tra queste c'è anche la Roma, sempre che la nuova Fiorentina di Commisso decida di cedere il francese che con il club viola ha un contratto in scadenza il trenta giugno del 2021. Per trattenerlo bisognerebbe garantirgli prolungamento e adeguamento e la cosa è tutta da verificare.

L'utopia Florentino

Il reparto scouting della Roma che da anni lavora con grande qualità (e forse per questo pare che potrebbe essere azzerato, roba da pazzi) da tempo ha segnalato il nome del dicianovenne portoghese Florentino come prospetto interessantissimo per il ruolo di regista davanti alla difesa. Al Benfica, peraltro, se ne sono accorti da tempo tanto è vero che sul contratto del ragazzino che ha appena partecipato al Mondiale under 20, è stata inserita una clausola che pare dica sessanta milioni di euro. Probabile che rimanga a Lisbona.