Il 12 febbraio e il 6 marzo la Roma potrebbe ritrovarsi di fronte anche quel simpaticone di Pepe negli ottavi di finale di Champions League. Alle prese con i mancati rinnovi di Herrera e Brahimi, in scadenza di contratto a giugno, il Porto non perde di vista il mercato in entrata e già da qualche giorno sta valutando il ritorno del difensore. Svincolatosi dal Besiktas a metà dicembre, il trentacinquenne ha già detto sì all'operazione nostalgia, ma vanno messi a punto i parametri economici della trattativa. Per risposare la causa del Porto a distanza di dieci anni e mezzo dall'ultima volta, l'ex Real Madrid dovrà accettare una riduzione importante dell'ingaggio, mentre per quanto riguarda la durata del contratto sembra esserci sintonia sui diciotto mesi proposti dal club.

Dal 2004 al 2007, Pepe ha collezionato 84 presenze, 7 gol, 5 assist e una sola espulsione con la maglia dei Dragões. Durante la sua esperienza al Real Madrid, il difensore ha incontrato due volte la Roma: il 5 marzo del 2008, quando è stato espulso per doppia ammonizione nella nostra vittoria a Madrid per 2-1 (ritorno degli ottavi di finale di Champions) e l'8 marzo del 2016 sempre al Bernabeu (ottavi di ritorno, 2-0 per il Real).