Crocevia storico di mercato sin dai tempi delle grandi fiere medievali, Amsterdam si è trasformata per due giorni nell'ombelico del calciomercato. Oggi si chiuderà infatti il WyScout Forum 2018 che, come accade ormai dal 2011, ha convogliato in un unico posto i maggiori operatori di mercato mondiali. La Johan Cruijff Arena ha così accolto nel suo grembo dirigenti sportivi, presidenti, agenti, scout, intermediari e giornalisti provenienti da tutto il mondo. Anche da Roma, con i colori giallorossi che sono stati rappresentati da Federico Balzaretti, ma non solo. Tra i tanti procuratori accorsi nella capitale olandese, bisogna annoverare anche Nicola Innocentin che insieme a Mazinho e Alex Boesch si occupa della carriera di Rafinha, vestito di giallorosso in maniera a dir poco frettolosa dai media spagnoli (qui puoi trovare le sue dichiarazioni). Tra una tavola rotonda e uno scouting panel, non è affatto escluso che una chiacchierata ci sia scappata, ma da qui a parlare di trattativa in corso ce ne corre.

Nonostante un contratto in scadenza nel 2020, il trequartista brasiliano viene ancora valutato non meno di 30 milioni di euro dal Barcellona e investire una simile somma in un ruolo che è già abbastanza coperto non rientra tra le priorità di mercato romaniste, almeno per ora. Oltre alla Roma, tra i club europei più importanti hanno presenziato all'evento anche il Bayer Leverkusen, il Benfica, la Juventus, il Liverpool e il Manchester City, mentre a livello extraeuropeo è stata particolarmente sollecitata dai media la delegazione della MLS. Soprattutto Jovan Kirovski, direttore tecnico dei Los Angeles Galaxy che ha commentato il possibile ritorno di Ibrahimovic al Milan a poche ore di distanza dalla riunione fiume tra Mino Raiola e la dirigenza rossonera. «Non è in scadenza, ha ancora un anno di contratto con noi. Vogliamo che lui sia felice nella nostra squadra e stiamo lavorando per far sì che possa continuare ancora a giocare nei Galaxy. È un calciatore speciale, unico per noi. Segnare così tanti goal, fare così tanti assist alla sua età dopo l'infortunio avuto al Manchester United, è incredibile. Ho visto tanti ottimi calciatori, ma lui è il più forte che sia mai arrivato in MLS», ha detto a Sky Sport.

I gioielli dell'Ajax

La kermesse internazionale deve aver tolto il sonno a Marc Overmars. Subissato di chiamate ormai da mesi per i vari de Jong, de Ligt, van de Beek, Neres e Ziyech, il direttore sportivo dell'Ajax ha tentato di alzare nuovamente il muro a protezione dei suoi gioielli, rimandando ogni discussione a fine stagione. Un discorso che vale anche per Ziyech (seguito dalla Roma la scorsa estate) che a meno di offerte irrinunciabili dai top club europei, sembra destinato a rimanere all'Ajax a gennaio e per van de Beek, accostato anche lui alla Roma.