Cinque ultras del Napoli, ritenuti responsabili di avere pianificato e portato a termine, lo scorso 5 aprile, una spedizione punitiva contro alcuni tifosi della Roma atterrati all'aeroporto Napoli Capodichino dopo avere preso parte alla trasferta Champions League Barcellona-Roma, sono stati arrestati dalla Digos della Questura di Napoli con l'accusa, in concorso, di rapina, lesioni aggravate, minacce e danneggiamento.

Secondo gli inquirenti gli ultras hanno letteralmente teso un agguato ai tifosi giallorossi che, partiti da Capodichino a bordo di un furgone noleggiato, vennero inseguiti, bloccati e aggrediti lungo corso Secondigliano. Ai supporter vennero anche rubati gli zaini.