Revoca degli arresti domiciliari a Luca Parnasi e obbligo di dimora a Roma con firma tre volte alla settimana. Questa la decisione del gip Maria Paola Tomaselli per quanto riguarda l'inchiesta che ha coinvolto Eurnova. Il tribunale ha accolto infatti la richiesta d''istanza dei difensori Emilio Ricci e Giorgio Tamburrini dopo l'arresto avvenuto il 13 giugno scorso, dell'amministratore di Eurnova, per associazione a delinquere finalizzata alla corruzione. 

Il costruttore si trovava ai domiciliari dal 20 luglio scorso, ma dovrà comunque restare nella Capitale.