Robin Olsen, portiere della Roma, ha parlato al quotidiano svedese Aftonblade raccontando l'inizio della sua avventura in giallorosso. Ecco le sue dichiarazioni: 

Com'è stata la vittoria con il Frosinone?
«È stato un sollievo. Abbiamo fatto gol dopo uno, due minuti e lì si è visto subito che sarebbe stata la nostra serata. Abbiamo avuto un inizio di campionato difficile, però sapevamo che prima o poi sarebbero cambiate le cose e spero che la partita di mercoledì sera ci spinga ancora verso la vittoria. Abbiamo una partita fondamentale ora, un derby che è estremamente importante vincere. Penso che la la vittoria ci darebbe una spinta a tutta la squadra».

Ti sta antipatica la Lazio?
"Sono completamente nuovo qui, però gioco per la Roma, la rivalità da parte mia arriverà probabilmente più in avanti. Però mi piacerebbe tanto battere la Lazio sabato, per avere quella sensazione. Non mi piacciono".

Ci racconti il ritiro? 
«Stiamo qui al centro sportivo, non è molto difficile. Ci alleniamo, mangiamo insieme e poi stiamo insieme. Poi dopo cena la sera vai nella tua camera per riposare e dormire. Non è così drammatico come magari può sembrare dall'esterno. Abbiamo avuto il tempo di parlare di cose che avremmo dovuto migliorare ed è servito perché poi l'unità della squadra è migliorata».

Ha avuto un effetto positivo?
«Suppongo lo abbia avuto se abbiamo vinto. Ma è difficile dirlo. La gara è finita 4-0, questo è l'importante per noi». 

È stato importante non subire gol?
«Io mi approccio a ogni partita cercando di non subirne. Non funziona sempre, ma è il mio obiettivo. Dopo tutti i gol che abbiamo incassato a inizio stagione è stata una buona sensazione».