Sembra ormai chiara la linea morale tracciata da Fonseca: le voci sui suoi sostituti continuano ad alimentare le discussioni sul futuro, tra chi vede ormai prossimo Sarri e chi s'impegna a garantire la disponibilità di Allegri (chissà in quanti cercheranno di riscuotere crediti qualora sarà davvero Max il prossimo allenatore della Roma...). Il portoghese continua invece a mostrare totale concentrazione sulle sfide decisive dei prossimi giorni e pazienza se a parole nega di essere minimamente influenzato nelle sue scelte per oggi dall'impegno della prossima settimana con il Manchester. Sarebbe un pessimo allenatore se non ci avesse pensato. Così appare logico immaginare che oggi alla Sardegna Arena saranno impegnati dall'inizio 7, forse 8 giocatori diversi rispetti a quelli impiegati con l'Atalanta e a quelli che scenderanno in campo ad Old Trafford.

La notizia confortante del giorno è il pieno recupero di ben quattro dei sei infortunati: restano in infermeria solo Pedro (il cui recupero è puntato alla gara di ritorno con il Manchester) e Zaniolo, che invece rispetterà i tempi del suo meticoloso protocollo. Dei quattro recuperati, due (Smalling e Spinazzola) saranno probabili titolari a Manchester e forse l'inglese potrebbe essere provato già oggi dall'inizio. Anche El Shaarawy potrebbe scendere subito in campo. mentre Kumbulla e Spinazzola andranno in panchina, per essere poi utilizzati nel secondo tempo. In porta ci sarà Pau Lopez (Mirante è stato fermato da un risentimento all'adduttore), in difesa di sicuro gioca Mancini (squalificato in Coppa), l'altro potrebbe essere Cristante (o uno tra Fazio e Jesus). In fascia ballottaggio Santon-Reynlods, a sinistra Bruno Peres, in mezzo il rientrante Diawara e Villar, davanti Mayoral e Perez.