il giorno della verità

VIDEO - Caso Diawara, Fienga: "La norma è troppo rigida, speriamo la Corte intervenga"

Si è conclusa l'udienza presso il Collegio di Garanzia del Coni, in serata la decisione sul ricorso presentato dai giallorossi contro la sconfitta a tavolino nella 1a giornata di campionato

Guido Fienga arriva al Coni per l'udienza sul caso Diawara

Guido Fienga arriva al Coni per l'udienza sul caso Diawara

15 Marzo 2021 - 15:57

Il giorno della verità. Si è tenuta questo pomeriggio al Collegio di Garanzia del Coni l'udienza che stabilirà definitivamente l'esito del ricorso proposto dalla Roma contro la sconfitta a tavolino comminata dal giudice sportivo dopo la sfida contro il Verona per il caso Diawara.

Live 

16.30 - Al termine dell'udienza Guido Fienga rilascia alcune dichiarazioni ai cronisti: "Speriamo che la Corte accolga l'invito a riconsiderare una norma che è oggettivamente troppo rigida e che non gradua le pene con una distinzione tra un errore e un fatto con dolo. La Roma non si nasconde e ammette le proprie responsabilità, di aver fatto un errore che però non ha portato alcun vantaggio. Una norma con un'applicazione delle pene così rigida che potrebbe portare a un vantaggio per l'Hellas Verona, l'errore della Roma potrebbe essere sanzionato, ma in maniera diversa. La norma è chiara, ora il compito è del Collegio di Garanzia per capire se si può rivedere la norma".

Dispiaciuto della presa di posizione dell'Hellas Verona?
"Il Verona ha detto quello che riteneva di dover dire, nel modo in cui l'ha detto. A me interessa quella che è la posizione della Roma e il pensiero della corte".

La Procura ha equiparato il caso di Diawara con quello di Ragusa del Sassuolo, voi non la pensate in questo modo?
"Non la pensiamo in questo modo, perché nel nostro caso avevamo ancora tanti slot liberi da occupare con Diawara e addirittura con altri giocatori, se avessimo capito l'errore. Nell'esempio del Sassuolo, invece, la lista era completa".

16.27 - Finisce l'udienza

16.22 - Parola all'ad della Roma Guido Fienga

16.14 - Interviene l'avv. Livia Rossi, procuratore Procuratore Nazionale presso la Procura Generale dello Sport del CONI. L'intenzione della procura è rigettare il ricorso proposto dalla Roma.

16.10 - Replica dell'avv. Conte.

15.56 - La parola passa all'avv. Fanini, difensore del Verona.

15.46 - Prende la parola l'avvocato della Roma Antonio Conte.

15.40 - Inizia l'udienza.

15.35 - Fienga e Conte entrano in Aula: a breve l'inizio dell'udienza presso il Collegio di Garanzia. Presente anche l'ex team manager Gianluca Gombar.

15 - Guido Fienga e l'avvocato Conte arrivano al Coni 

© RIPRODUZIONE RISERVATA