Gonzalo Villar, centrocampista spagnolo della Roma, ha parlato dopo la partita di Europa League vinta contro lo Shakhtar Donetsk:

Villar a Sky Sport

Roma più bella della stagione?
"Sì, abbiamo giocato bene. Sono partite in cui non puoi fare errori. L'abbiamo preparata bene. Penso si sia visto sul campo"

Quanto ti senti migliorato rispetto all'inizio del campionato? Quanto per te è diverso giocare senza Veretout?
"Penso che sul campo si vede che sono un giocatore diverso rispetto a quello che ero quando ero arrivato qui. In questa stagione mi hanno dato la fiducia di cui avevo bisogno. Mammamia tra un po' faccio gol di anca! (ride, mentre passano immagini, ndr). Sono cresciuto, ma ho ancora tanto da imparare. Non ho problemi a giocare con e senza Jordan, il ruolo è diverso, ma posso fare più ruoli: posso giocare da 6, come diciamo in Spagna, davanti la difesa e da 8, cioè più di inserimento".

Villar a Roma Tv

Tre a zero, una vittoria importante per la Roma e una prestazione importante.
"Sì, abbiamo preparato bene questa partita e sapevamo che era una gara difficile per noi ma abbiamo visto come giocano loro, sono forti e l'hanno dimostrato contro Real e Inter nel girone di Champions. L'abbiamo preparata bene e l'abbiamo visto sul campo".

Anche in vista del ritorno non bisogna abbassare l'attenzione…
"Sì, dobbiamo andare lì a giocare la nostra partita e a cercare di fare un gol e vincere la partita perché abbiamo trovato oggi un bel risultato ma in Europa League come in Champions non si sa mai quindi bisogna fare lo stesso di oggi e continuare così".

Arriva il primo successo contro una grande squadra, in campionato si è sempre detto che è mancata la vittoria con una big. E' arrivata una vittoria contro lo Shakhtar che in Europa fa sempre molto bene…
"Possiamo iniziare da oggi a livello mentale, magari vincere le grandi partite a livello mentale ti fa credere che anche noi siamo una grande squadra perché sia io che il resto della squadra lo pensiamo. Magari oggi è il giorno in cui ci mettiamo in testa che possiamo vincere contro tutte le squadre perché il potenziale ce l'abbiamo".

In questo anno che sei a Roma quanto ti senti cresciuto?
"Non posso essere più felice di così ed è una cosa importante, sentirsi bene nel campo. Mi sono trovato bene qua a Roma, i miei compagni mi aiutato sempre. Da quando sono arrivato sono cresciuto tanto e si può vedere. Magari posso rimanere qua per tanti anni".