Cengiz Ünder, attaccante della Roma, ha parlato alla canale tv ufficiale del club giallorosso prima della seduta dall'allenamento pomeridiana che si tiene oggi a Trigoria. Ecco le sue dichiarazioni.

Come stai?
Siamo un po' stanchi ora, è appena iniziato il ritiro, ma sappiamo che è un passaggio necessario per preparare la stagione.

Hai seguito il mondiale?
Avevo il sogno di andare ai Mondiali e sono molto triste per non esserci andato. È un mio sogno e spero di esserci la prossima volta. Ho seguito alcune partite ma sono molto triste. Ho 20 anni e spero di avere tempo in futuro.

Sei stato eletto miglior giovane della Serie A...
Questo titolo è un grande onore per me mi da tanta sicurezza. Mi ha fatto piacere questo riconoscimento. Ho fatto solo 8 gol in questa stagione e vorrei farne anche di più. Voglio migliorarmi sempre.

Per una parte della stagione hai trascinato la Roma...
Fino alla partita con il Verona non ho mai segnato e nelle interviste precedenti avevo sempre detto che una volta fatto gol mi sarei sbloccato ed è stato così. Dopo quel gol ne ho segnati altri e questo mi ha fatto tanto piacere.

Sei arrivato al posto di Salah, chi è più veloce tra voi due?
Compararmi a Salah è difficile, lui è un giocatore molto forte. Io sono contento di prendere il suo posto nella Roma e spero di poter continuare a migliorarmi. Io sono abbastanza veloce ma lui lo è di più.

C'è un gol a cui sei più legato?Che rapporto hai con il mister?
Il mister mi è stato sempre accanto e questo mi ha dato tanta fiducia. I gol a cui sono più legato sono quelli di Verona e quello contro lo Shaktar in Champions.

Hai giocato con Emre, ti ha raccontato qualcosa del calcio italiano?
Mi sento molto fortunato di aver giocato con lui, lui mi ha aiutato tanto. Mi ha dato molti suggerimenti sull'alimentazione e sull'allenamento e ci sentiamo spetto e volentieri. È il più grande giocatore turco secondo me.

C'è uno dei nuovi che ti ha impressionato?
Sarebbe ingiusto giudicare uno per uno. Ci sono tanti nuovi e meritano di essere qui, sono sicuro che daranno il meglio per la Roma. Pastore viene da un grande club e spero possa fare tanti assist. È un giocatore incredibile.

Indossi la 17 per un motivo in particolare?
Diciamo che sono diventato un professionista con il numero 17 e da quel momento in poi ho sempre portato questo numero e credo di aver giocato bene con questo numero.

Cosa ti aspetti dalla prossima stagione?
Vogliamo entrare tra le prime due squadre del campionato, l'anno scorso siamo arrivati terzi ma vogliamo migliorare. Spero di aver un ruolo importante in questa squadra.