L'amministrato delegato della Roma Guido Fienga ha rilasciato alcune dichiarazione nel corso del progetto "STOP THE WASTE", lanciato dal Comitato italiano per il World Food Programme, che ha ricevimento il Premio Nobel per la Pace 2020. La Roma parteciperà attivamente all'iniziativa indossando una patch con il logo dell'associazione nella gara contro il Cagliari del prossimo 23 dicembre. Queste le parole del dirigente giallorosso.

"Ringrazio veramente il programma per averci invitato a questa iniziativa, che viviamo con estremo orgoglio, proprio per il fatto che un'organizzzazione così importante della nostra città è stata premiata con un premio così prestigioso: questo inorgoglisce tutti noi e la città stessa. La risposta della Roma è stata pronta e immediata su un tema su cui abbiamo particolare sensibilità: solo pensare che il 10% della popolazione mondiale ancora oggi soffre problemi gravi di fame quando invece ci sarebbe la produzione di cibo per soddisfarre tutta la popolazione mondiale fa riflettere, soprattuto chi vive situazioni particolarmente agiate. La Roma ha avviato già da tempo un programma con una propria fondazione, RomaCares, col quale cerchiamo di stare vicino nel nostro piccolo a tutti coloro che sono bisognosi e che riusciamo a raggiungere nella nostra comunità cittadina o nella nostra comunità di tifosi allargata a tutto il mondo. Nel nostro piccolo già da tempo, proprio per dare un esempio contro lo spreco alimentare, abbiamo avviato delle collaborazioni con delle organizzazioni per cercare di non sprecare nulla di ciò che offriamo ai nostri ospiti o a coloro che godono insieme a noi dello spettacolo che facciamo. È un gesto piccolo ma è un esempio che vogliamo estendere a tutti coloro che seguono la Roma e il calcio. Facendo ognuno il proprio sicuramente un contributo può essere dato. Ci mettiamo a disposizione del programma e del Ministero, insieme alla Lazio e a tutte le altre squadre per sfruttare la cassa di risonanza che è la Roma e il calcio in assoluto, per sensibilizzare su temi così importanti. Nei prossimi anni sosterremo il programma contro lo spreco di cibo con tutti i mezzi con cui potremo collaborare. Faccio di nuovo le mie più sentite congratulazioni al World Food Programme per il premio con cui ha onorato questa città e il mondo intero con il programma che ha sviluppato, e auguro di riuscire a dare un contributo in maniera tangibile".