Il capo di Gabinetto del Mibact, Tiziana Coccoluto, ha richiesto al Segretariato Generale l'avvio di un procedimento ispettivo sull'operato delle Soprintendenze rispetto a quanto rivelato dalla Procura di Roma nell'ambito dell'inchiesta sugli episodi di corruzione legati alla realizzazione del complesso di Tor di Valle. Queste le sue parole riportate da Adnkronos: «In considerazione di quanto emerso di recente dai provvedimenti giudiziari cautelari che hanno investito l'iter procedurale relativo al procedimento autorizzativo per la realizzazione del progetto denominato ‘Nuovo stadio della Roma‘ si chiede a codesto Segretariato di valutare l'opportunità di avviare una procedura ispettiva volta a verificare la linearità dell'azione di competenza degli organi periferici deputati alla tutela degli specifici interessi pubblici governati da questa amministrazione».

Il riferimento è al tentativo di corrompere il direttore della Soprintendenza Speciale Archeologica Belle Arti e Paesaggio di Roma Francesco Prosperetti, emerso dalle 288 pagine dell'ordinanza di emissione delle misure cautelative. Come riporta repubblica.it, Prosperetti è oggi finito nella lista degli indagati, mentre i suoi famigliari sono oggetto di accertamenti patrimoniali da parte della Procura.