Amedeo Mangone, campione d'Italia nel 2001 con la maglia della Roma, è oggi intervenuto nel corso della trasmissione radiofonica "Cor Core Acceso". L'ex difensore ha parlato di vari argomenti relativi al club capitolino, a partire dalla partita di Europa League di ieri sera: "La Roma ha fatto un pochino fatica nel primo tempo, poi nella ripresa ha ribaltato il risultato. Il Milan ha affrontato una squadra diversa (il Celtic, ndr.): l'avversario ha fatto sì che una delle due italiane facesse un pochino più fatica dell'altra". Si è così passati al big match tra Milan e Roma che in programma lunedì sera: "Mi auguro che possa essere una bella partita, tra due squadre che cercano di imporre il proprio gioco e hanno calciatori di qualità. Credo che possa essere una partita aperta a qualsiasi risultato: il Milan viene da quattro vittorie in Campionato, la Roma, togliendo Verona dove ha perso a tavolino, sta facendo bene. Mi auguro di vedere una partita aperta dove entrambe cercano di vincere".

Parole di stima poi per il mister giallorosso Paulo Fonseca: "Secondo me è molto bravo e preparato, diciamo anche che ha vissuto un anno particolare visto anche il cambio societario che ha creato confusione. È un allenatore che secondo me ha grandissima visione del calcio, riesce anche a modificare il modulo, si è adattato al campionato italiano cambiando anche quelle che potevano essere le sue idee iniziali e cerca di sfruttare al massimo le caratteristiche dei suoi calciatori. Dal mio punto di vista sta facendo bene e mi auguro possa fare ancora meglio nel corso della stagione. Mi sembra che lui sia una persona molto equilibrata, quindi gli direi di non snaturarsi, perché Roma è una piazza particolare che si esalta velocemente e altrettanto velocemente si abbatte. Quindi bisogna trovare un equilibrio interno per poter lavorare serenamente, senza farsi prendere dai risultati, positivi o negativi che siano. Essere consapevole del lavoro che sta facendo e portarlo avanti fino alla fine".