In Belgio non finisce il caso Nainggolan, e non solo per la sua intervista senza peli sulla lingua su temi come omosessualità nel calcio e rapporti extraconiugali. Ieri infatti a Bruxelles le nazionali di Belgio e Portogallo si sono affrontate in un'amichevole estiva che sul campo non ha regalato grandi emozioni: 0-0 il risultato finale. Più movimentata invece la partita sugli spalti dello stadio intitolato a Re Baldovino: i tifosi belgi, infatti, ci hanno tenuto a comunicare al selezionatore Martinez il loro malcontento per la mancata convocazione di Radja ai Mondiali di Russia. 

Così, durante la partita, sulle tribune sono apparsi messaggi di stima verso il giocatore giallorosso. A partire da uno stendardo con il suo volto raffigurato, preceduto da uno striscione con scritto "We are". Come a dire: siamo tutti Radja. A più riprese durante la partita un folto gruppo di tifosi ha anche intonato un coro per il numero 4 giallorosso, cantando "Radja Nainggolan, olè olè". 

Oltre ai cori e allo stendardo con la sua faccia, i tifosi belgi hanno mostrato anche un grande striscione pieno di frasi d'amore verso il Ninja e di critica verso la sua mancata convocazione: "Ridateci il nostro Rasja, ridateci il nostro Ninja, il nostro guerriero".

Intanto, durante la partita, Nainggolan ha pubblicato su Instagram un video che lo ritraeva al Beach Bar di Anversa mentre guardava la partita sul maxischermo, tifando per i suoi (ex) compagni di nazionale.