Ore calde per la cessione della Roma. Dan Friedkin sta muovendo i passi decisivi per l'affondo finale e ha presentato l'offerta scritta a Pallotta. I legali del Friedkin Group e della Raptor, il fondo di Pallotta, sono al lavoro per giungere a dama. Si lavora da giorni anche negli studi italiani Tonucci e Chiomenti che assistono rispettivamente l'attuale proprietario e il pretendente americano per arrivare all'accordo. Il magnate californiano, che opera da Houston, in Texas, è in vantaggio rispetto all'imprenditore del Kuwait Fahad Al Baker che, comunque, non molla la presa: anche quest'ultimo ha avuto contatti col presidente giallorosso nelle ultime ore, dopo aver presentato un'offerta ritenuta interessante per il club.

Pallotta, spinto dai suoi soci che vogliono uscire dall'operazione Roma, ha fretta di chiudere e questo potrebbe giocare a vantaggio di Friedkin, visto che il discorso tra i due statunitensi è già avviato ed è più avanti. Ma la pista kuwaitiana resta ancora viva, se non altro perché Pallotta vuole capire fino a che punto Al Baker è disposto ad arrivare. Si tratterà di aspettare forse qualche giorno prima di decifrare definitivamente il futuro della Roma. Sono ore decisive.