Disavventura per Bruno Peres. Questa mattina alle 4, come riporta Agenzia Nova, i carabinieri hanno bussato alla porta del terzino della Roma per sequestrare l'attico in cui vive, in via Copenaghen, zona Eur Torrino. L'operazione è avvenuta nell'ambito dell'indagine che ha portato all'arresto 28 persone per associazione a delinquere finalizzata alla truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche in concorso, emissione di fatture e altro e l'abitazione di Peres fa parte dell'elenco dei 25 edifici per i quali gli inquirenti della Procura di Roma hanno chiesto ed ottenuto il sequestro.

Il terzino giallorosso risulta ovviamente estraneo ai fatti e non coinvolto in prima persona nell'indagine. Bruno Peres possiede un regolare contratto di comodato d'uso dell'alloggio in cui vive, stipulato con Fabio Pignatelli, che figura tra gli arrestati. "Il calciatore della Roma aveva un regolare contratto di comodato con Pignatelli - spiega l'avvocato Massimo Ferrandino, legale dell'uomo - e nei prossimi giorni verrà contattato dai noi legali per trovare una soluzione".