Guido Fienga, CEO della Roma, ha parlato ai microfoni di Sky Sport nel pre-partita di Napoli-Roma:

Se fosse un tifoso, a chi darebbe la colpa di questa stagione complicata?
"Rispettiamo i tifosi e ci sentiamo responsabili per quello che stanno provando. Adesso però siamo concentrati a trovare le soluzioni, non le colpe".

Ascolterebbe offerte per calciatori importanti come Dzeko, Zaniolo e Pellegrini?
"Il nostro compito è un progetto che prevede una stabilità della rosa. Vogliamo creare un progetto che soddisfi le ambizioni dei nostri calciatori, loro lo sanno e stanno lavorando per questo. Il progetto della Roma non può che essere ambizioso".

La situazione relativa al cambio di proprietà?
"Della cessione del società se ne occupa ed è una scelta dell'azionista di maggioranza. Il mio compito è gestire il club e devo garantire la stabilità del progetto.

Il progetto stadio?
"Abbiamo completato tutto il percorso, mancano gli ultimi step del Comune che ci sta lavorando. Speriamo che si completi tutto a breve, restiamo positivi. La questione si è allungata tanto, oltre le aspettative di Pallotta. Noi non molliamo e non penso che Pallotta si sia disamorato per questo. Come club, siamo determinati sul progetto ma in parallelo per ottenere tutto ciò che serve per lo stadio".