La Primavera di Zaniolo è iniziata con l'arrivo dell'estate. Nicolò non vede l'ora di tornare a fare «i buchi sul campo», tanto per dirla come la direbbe lui. E prima del rientro in gruppo agli ordini di Fonseca è tornato un po' all'antico, lavorando con Alberto De Rossi. Il talento di Massa si è messo alle spalle la sfortunata serata del 12 gennaio. Il 2020, anno bisesto che sarà ricordato a lungo per l'epidemia di coronavirus, era iniziato davvero male per Zaniolo. Ma adesso Nicolò ha voltato pagina.

Durante il lockdown ha lavorato come un pazzo, si allenava e postava. Voleva farsi trovare pronto alla ripresa, consapevole del fatto che il Covid-19 involontariamente, o meglio, la sospensione del calcio mondiale che ha determinato, gli ha "allungato" la carriera. Intanto perché con lo slittamento dell'Europeo itinerante del 2020 al 2021, non salterà la rassegna continentale che avrebbe dovuto rappresentare la sua consacrazione internazionale, quella che qualcuno già accostava a quella di Francesco Totti nel 2000, l'anno del cucchiaio a Van der Sar, per intenderci.

E perché, come Totti che dopo l'infortunio rimediato nel febbraio 2006 in Roma-Empoli vinse un mondiale a Berlino, potrebbe tornare a giocarsi qualcosa di importante con la Roma proprio in Germania, leggasi Final Eight di Europa League. Simboli e iperboli a parte, per il 5 o 6 agosto, data nella quale la squadra giallorossa sarà di scena in gara secca nell'impegnativo ottavo di finale contro il Siviglia, Zaniolo sarà davvero pronto. Forse sarà anche davvero tornato Zaniolo.

Fosse per Nicolò, si convocherebbe già domani. Ma l'obiettivo di tutti è dichiarato: rientrare senza forzature. La Roma ha una rosa profonda, soprattutto alla luce dei rientri di Pellegrini, Mkhitaryan e Pastore nel ruolo di trequartista e dell'alternanza Perez-Ünder sulla fascia destra dove si è tanto messo in evidenza Nicolò con le sue "sgroppate". Fonseca è garantito e spera di non dover accelerare il ritorno del biondo (sempre più biondo il suo look, tra l'altro) che fa sognare i romanisti.

A breve saranno più limpidi gli scenari di classifica e sarà più chiaro anche se la via della Champions che passa per il campionato sarà ragionevolmente percorribile o se resterà solo una chimera. La muscolatura imponente del giocatore suggerisce prudenza da tutti i punti di vista. Ieri mattina si è allenato con la Primavera di Alberto De Rossi e ha svolto una parte fisica e tattica senza forzare contrasti.

Nessun problema riscontrato e, anzi, paradossalmente sente addirittura più forte la sua gamba destra, quella interessata dalla rottura del legamento crociato del ginocchio. Le sensazioni sono buone: il programma prevede che Zaniolo ripeta questa esperienza ancora, monitorando giorno dopo giorno la condizione, con tutta probabilità fino alla fine del mese, per poi aggregarsi al gruppo. Quello che sembra probabile, oltre che plausibile, è che la Roma faccia scattare i sei mesi (metà luglio, appunto) per reinserire il giocatore. Magari riassaggerà la convocazione anche prima, ma Fonseca, che non ama rischiare i giocatori, lo farà rientrare gradualmente, anche supportato dalle nuove regole post-covid che prevedono cinque cambi possibili a partita. Spezzoni di Zaniolo, dunque, un motivo per i romanisti per tornare a sorridere.

Quello che è certo è che Zaniolo è in rampa di lancio, ha la corrente dalla sua parte: qualche giorno fa il rientro da Ponza, dove ha passato qualche momento di relax con la fidanzata Sara e alcuni amici, al porto di Anzio è stato degno di una star ormai conclamata. L'amore dei tifosi della Roma l'ha assalito e lui si è lasciato trasportare, rendendosi disponibile con tutti per video e selfie.

La sua popolarità ormai è a livelli top: ricercatissimo dagli sponsor si è anche per questa ragione affidato alla società di Fedez per la gestione della sua immagine. Nicolò rimarrà il "padrone" dei suoi profili social, che usa normalmente ogni giorno come tutti i ragazzi della sua età, ma avrà nel popolare cantante un consigliere (di lusso) in più. Che lo aiuterà a scegliere soprattutto gli sponsor a cui associare la propria immagine.