All'indomani della vittoria per 3-0 contro il Barcellona, Mauro Baldissoni e James Pallotta si sono recati in Campidoglio per incontrare Virginia Raggi. Il tema della riunione è il progetto del nuovo Stadio, giunto ormai alle sue battute conclusive. Dopo la partita di ieri, il presidente giallorosso ha auspicato tempi brevi per ridimensionare le attese in vista della posa della prima pietra. Oltre alla sindaca, per il Comune sono presenti anche l'assessore all'urbanistica Montuori, De Vito Ferrara. Ecco alcune dichiarazioni rilasciate dai protagonisti della riunione.

La raggi ringrazia Pallotta

"Ringraziamo il presidente James Pallotta che dopo il tuffo di ieri ha deciso di fare un gesto generoso verso la città: vuole donare 230mila euro per il restauro della fontana del Pantheon. Un gesto bellissimo, grazie per questo. Sul fronte stadio stiamo procedendo ad un nuovo programma per ricordare che con questo progetto arrivano 800 milioni di investimenti stranieri per la città, è evidentemente una grandissima opportunità di rilancio per l'economia di Roma e del Paese. Stiamo veramente andando avanti a tempi serrati e ce la faremo".

Pallotta: "Non mi importa chi incontreremo"

"Devo ringraziare la Sindaca per la multa più che meritata di 450 euro. Chiedo scusa, mi sono lasciato trasportare dall'entusiasmo, penso sia stata una giornata splendida per tutti noi. Non voglio assolutamente incoraggiare le persone a tuffarsi nelle fontane, a men che non vogliano ripararle. Proprio per dimostrare questo ho deciso di donare 230mila euro per il restaturo al Pantheon. Lo ribadisco, amate questa città e non tuffatevi a men che non vogliate contribuire al restauro". Sulla gara di ieri. "Sono molto felice della vittoria di ieri. Quasi tutti ci davano per spacciati quando è stato sorteggiato il Barcellona. A rigor di logica contro il Barcellona non avevamo niente da perdere ma per me questa era un'opportunità. La partita di ieri ha dimostrato di che pasta siamo fatti. La squadra ha espresso un grande calcio, non mi importa chi affronteremo perché sono consapevole che possiamo giocare contro chiunque, soprattutto dopo quello che ho visto ieri. Noi speriamo di continuare il nostro viaggio a prescindere dal sorteggio. A volte abbiamo avuto degli alti e bassi. Dopo ieri la squadra deve essere più sicura di poter affrontare chiunque. Di Francesco tatticamente è stato brillante. Il Barcellona non si aspettava questi cambi. Tutti hanno giocato una grande partita. Dzeko è stato senza dubbio il 'man of the match', ma molte cose positive sono state possibili anche grazie a Schick che con il suo controllo di palla e i suoi movimenti ha permesso a Dzeko di poter andare uno contro uno e in questo fondamentale può dominare chiunque come si è visto ieri".