Gordon Dorett lavora dal 1985 con Forrec, lo studio di architettura canadese che ha progettato il "Convivium" del futuro Stadio della Roma. Una strada, in particolare, all'insegna di "divertimento, cibo e calcio" collegherà il nuovo Roma Village allo Stadio. Questa la traduzione dell'articolo-intervita uscito sul sito blooloop.com:

Stadio della Roma e la storia di Roma

La squadra di calcio dell'AS Roma sta costruendo un nuovo stadio e un quartiere per il divertimento. Lo stadio dovrebbe aprirsi nel 2020. FORREC è il progettista del Roma Village, inclusa la futura Hall of Fame. Sta attingendo alla storia di Roma per mettere l'intrattenimento al centro di un importante complesso sportivo. Il progetto è incentrato sulla necessità di trasformare le arene sportive in destinazioni di intrattenimento polifunzionali. Con l'obiettivo di ottimizzare il loro impatto socio-economico. Sarà caratterizzato da elementi ispirati al passato della città ma anche al suo potenziale futuro. Ci saranno una vibrante miscela di piazze, ristoranti, negozi, intrattenimento e vivaci mercati. Descrivendo il progetto, Dorrett ha dichiarato: "Il genio dietro tutta l'operazione è il proprietario, Jim Pallotta, che ha comprato la squadra qualche anno fa. La sua visione era di creare una nuova casa per questa squadra, e creare quella che io chiamo la "new wave" dello sport.

Il progetto si concentra tanto sull'intrattenimento quanto sugli sport. Si rivolge non solo al fan irriducibile, ma all'osservatore casuale e a tutti i potenziali fan. Dorrett ha detto: "Il nucleo e la parte più brillante di tutto questo è il nuovo stadio all'avanguardia come pezzo indipendente. In realtà, lo stadio ha così tanti giochi, così tanti concerti. Il sogno era creare questa strada dell'intrattenimento. E qui siamo entrati noi".

Capire la visione

Pallotta aveva lavorato allo stadio con architetti tradizionali per un paio d'anni. Dorrett dice: "Quando ci hanno incontrato, abbiamo ascoltato e capito quale fosse la visione di Jim, e ci siamo messi d'accordo".
Il modus operandi di FORREC implica un primo esame dell'esperienza ospite. Dorrett ha detto: "E così quando ci siamo seduti con Jim [Pallotta] e Ed Latessa , (di Aria Partners) e il loro gruppo, ci siamo avvicinati con l'idea che questo è uno dei luoghi più studiati al mondo, in termini di "people places". Perché inventare qualcosa di nuovo? Era importante non gettare il bambino con l'acqua sporca".
A Roma, sottolinea, le persone si fanno largo tra strade, piazze e posti con un costante senso di scoperta. "Questo è stato il nostro spunto iniziale. Non volevamo fare una riproduzione retta; non volevamo fare nulla che assomigliasse a un parco a tema". FORREC è noto per le sue competenze proprio nei parchi a tema. Quindi l'obiettivo era creare qualcosa di nuovo di zecca, ma con le sue radici nel passato di Roma.

La Hall of Fame e il patrimonio di AS Roma

"Abbiamo iniziato a guardare alle piazze in termini di come avrebbero dovuto essere utilizzate, nelle celebrazioni prima della partita, e in particolare quando non ci sono le partite. Come porti vita a quegli spazi? Perché qualcuno dovrebbe viaggiare mezz'ora fuori dalla città per venire a vedere questa cosa? Ci doveva essere un senso di scoperta e un senso di movimento. Inoltre, come ogni buon rivenditore, doveva avere una serie di ancore ".

Una delle principali ancore è la Hall of Fame , che racchiude la memoria di un gruppo elitario di giocatori che, dal 1927, hanno avuto un profondo impatto sulla storia, il successo e il patrimonio dell'AS Roma e dei suoi fan.
"Le Halls of Fame stanno dimostrando di avere molto successo in Europa in questi anni. Con una storia da raccontare, abbinata allo stadio e ai tour dello stadio, è naturale". Altre 'ancore' che verranno incorporate andranno dai grandi empori di cibo alle attrazioni di intrattenimento individuali.

La narrazione è la chiave

"Non sarà un tipico centro commerciale, con un po' di immaginazione; sarà davvero tanto per l'intrattenimento e il cibo, e la vendita al dettaglio sarà di nicchia", ha detto Dorrett. La narrazione, in termini di ciò che accade in ciascuno degli spazi, è la chiave. "Le piazze sono state progettate per essere completamente multifunzionali, a tutti i livelli, da spazi da pranzo molto intimi a una capacità di circa 10.000 persone. Uno potrebbe essere la dimensione perfetta per uscire per un evento aziendale, un altro la dimensione perfetta per fare uno spettacolo di moda o di auto. Possiamo trasformare uno spazio pubblico che ospita circa 2.500 persone durante il giorno in un luogo all'aperto per uno spettacolo speciale nel fine settimana".

Ulteriori strati per lo sviluppo innovativo sono in discussione. "Gli strati includono un parco artistico scultoreo. Quindi stiamo facendo in modo che il design incorpori nicchie e aree in cui possiamo avere delle sculture. Sarà un luogo in cui vorresti venire e passeggiare per le strade perché sono semplicemente belle, ti senti bene ad esserci, e scopri le sculture lungo la strada.

Portare fuori il personaggio

"Stiamo anche esaminando una serie di soluzioni tecnologiche e di intrattenimento diverse, sia fisiche che virtuali. Ci possono essere degli enigmi mentre cammini attraverso lo spazio; potrebbero essere semplici nomi intarsiati in mattoni, potrebbe essere un logo casuale, potrebbero essere le stelle del passato. Mentre vaghi nello spazio usi indizi per rispondere alle domande. Devi quindi trovare vari artefatti che riguardano il sito e il team, sia in forma fisica che in forma virtuale.

"È quasi come portare i servizi del nuovo sviluppo, ma con il carattere e il tatto del vecchio mondo, senza semplicemente copiarlo. Una delle chiavi non è solo parlare di mattoni e malta, ma di come questo spazio può essere programmato".  Una circostanza fortunata è che verrà costruito un business center proprio accanto all'area. Ciò significa che durante il giorno un'enorme folla all'ora di pranzo contribuirà a riempire i posti negli stabilimenti alimentari.  "Questo progetto deve sopravvivere da solo", sottolinea. "Quello che viene dalle persone nello stadio è davvero un ulteriore vantaggio."

Divertimento a Forrec

Un altro fattore favorevole per lo Stadio della Roma è la sua posizione. È facilmente raggiungibile con il trasporto pubblico. C'è anche il parcheggio, "Il parcheggio dello stadio sarà utilizzato solo per eventi importanti. Quando parli con inquilini di grandi dimensioni, si entusiasmano per lo spazio perché, oh wow, le persone potrebbero effettivamente venire qui e parcheggiare ". In breve, lo Stadio della Roma farà riferimento all'antico passato di Roma nella creazione di una destinazione vibrante e moderna.  Dorrett ha formalmente lasciato le redini della società al suo successore, Cale Heit, il primo ottobre. Da allora, si è immerso in progetti affascinanti.  "Sto lavorando allo Stadio della Roma, e a un altro enorme progetto in Medio Oriente. Mi sto divertendo a lavorare su progetti che non sono comuni. Sta funzionando, è ancora qui ed è il saggio vecchio ragazzo dai capelli grigi nell'angolo che può rispondere alle domande. E Cale sta facendo un ottimo lavoro andando avanti ".