Riceviamo e pubblichiamo la lettera di Matteo M., un ragazzo di 17 anni di Testaccio che, in seguito al nostro reportage dall'interno del campo abbandonato, ha deciso di inviarci una lettera indirizzata a Francesco Totti chiedendo il suo impegno per Campo Testaccio. Ecco il suo appello al numero 10 giallorosso. 

"Ciao Francesco, sono un ragazzo di 17 anni amante del calcio e della musica, tuo fan da quando sono nato; sei stato per me un punto di riferimento continuo. Ti scrivo perché vorrei proporre a te, che oltre ad essere un esempio in campo sei sempre stato un esempio nella vita con i tuoi atti di beneficenza di ogni tipo, un progetto importantissimo per me, che potrebbe cambiare molte cose nel quartiere dove sono nato e che tu conosci bene, ovvero Testaccio.

Come spero tu sappia in via Nicola Zabaglia, vicino al cimitero inglese si trova l'ex campo della società AS Testaccio che da un po' di anni a questa parte è stato abbandonato e ridotto in condizioni disastrose. Noi tutti testaccini, come molti altri concittadini, siamo rimasti sconcertati ma soprattutto indignati dal fatto che in tutti questi anni (circa 10) non si sia riuscita a trovare una soluzione per non lasciare quest'area in totale abbandono e degrado... Inoltre, notizia ancora più sconcertante è il fatto che proprio attaccati al campo si trovano un asilo nido comunale (dove lavora mia madre) e una scuola media che hanno dovuto affrontare problemi importanti come la presenza di ratti e serpenti e di altri elementi che danneggiavano la salute dei bambini.

Proprio per questo siamo arrivati alla conclusione che per ottenere una bonifica dell'ex Campo Testaccio bisogna presentare un progetto valido per riqualificare questa zona. Io ho in mente questo progetto: creare un'area aperta e un'area chiusa destinata ad attività sportive e musicali soprattutto per ragazzi disabili e ragazzi aventi famiglie con difficoltà economiche.

Ma come sai, essendo solo un ragazzo di 17 anni a cui sicuramente non daranno ascolto, ho pensato di coinvolgerti sia al livello economico che come personaggio amatissimo dal quartiere per sostenermi in quello a cui credo molto, affinché questo mio sogno si possa avverare... Sperando che tu condivida questo mio pensiero.

Spero veramente con tutto il cuore che tu possa leggere questo messaggio... Se desideri contattarmi, ho lasciato il mio numero alla redazione de "il Romanista".

Sicuramente sarà difficile da esaudire...ma non impossibile!"

 

Leggi anche: "Siamo entrati a Campo Testaccio: il nostro reportage sull'abbandono del tempio visto da dentro"