"Sarà il giocatore a decidere se restare". Il direttore sportivo della Roma Gianluca Petrachi ha rilasciato una lunga intervista al Daily Mail, trattando il futuro di Smalling. Il ds giallorosso ha spiegato cosa lo abbia portato a scegliere il centrale inglese e a quali condizioni potrà rimanere nella Capitale anche dopo il termine del prestito a giugno.

"C'è una possibilità che resti con noi dopo l'estate. Sceglierà lui cosa fare. Se lo vuole davvero, saremo contenti di tenerlo con noi. Siamo molto contenti di Smalling e lui lo sa. Con il Manchester United c'è un rapporto eccellente. Il ragazzo ha carisma, gli piace la città e lo stile di vita italiano. Si trova molto bene a Roma ed è tornato a grandi livelli. Segue un corso di italiano per ovviare alle difficoltà del linguaggio. Questo mi ha reso molto felice perché ne dimostra l'intelligenza. Tecnicamente è molto forte. Penso che per un ds sia fondamentale come certi giocatori possano rendere bene. Ho pensato che questo trasferimento potesse funzionare e sono contento che i risultati dicano che avevo ragione".

@LaPresse

"La mia caratteristica - ha continuato Petrachi - è sempre stata quella di scegliere ragazzi determinati e con voglia di fare bene. Smalling voleva dimostrare la sua forza. Il mio obiettivo è far giocare bene la squadra e creare armonia attorno. Ne aveva bisogno. Cercavo un centrale difensivo che supportasse un giovane come Mancini. Lui, secondo la mia idea di calcio, è perfetto per aiutare Gianluca a crescere rapidamente. Parliamo di un ragazzo serio e professionale. Una brava persona".