Lorenzo Pellegrini ha parlato ai microfoni dei giornalisti dopo la vittoria arrivata all'Olimpico contro la Spal per 3-1. Ecco le sue dichiarazioni. 

Pellegrini a Sky

Siete riusciti a risolvere la partita con idee e calma.
"Penso sia assurdo che la Spal sia in quella posizione di classifica. Penso che sia una buona squadra e spero per loro che abbiano la forza di risalire. Noi abbiamo fatto una buona partita perché non era semplice. Era difficile trovare gli spazi internamente, ma nel secondo tempo siamo riusciti a sfruttarli un pochino meglio".

Fonseca che vi ha detto dopo l'Europa League?
"Il mister ci ha avvertito prima che era una partita complicata ma penso che oggi abbiamo dato una grande risposta. Penso che noi scendiamo sempre in campo per vincere le partite e dopo che sbagli una partita non è mai facile. Abbiamo dimostrato di essere una squadra che deve migliorare ancora tanto".

Mai una polemica da chi ha giocato di meno.
"Io penso che questa sia una cosa fondamentale. Per essere una grande squadra non possono essere grandi solo chi scende in campo nei primi undici. Solo cosi possiamo riuscire ad arrivare dove vogliamo arrivare. Adesso non abbiamo un vero e proprio obiettivo ma non dobbiamo porci limiti".

Importante per la Roma che Milan e Napoli siano cosi distanti? C'è ottimismo per il quarto posto?
"Non dobbiamo guardare la classifica adesso perché è troppo presto. Se adesso pensiamo alla classifica e poi perdiamo tutte le partite è inutile quello che abbiamo fatto prima. Sono sicuro che quest'anno sarà un anno importante perché c'è un grande gruppo di amici che si vuole bene e si aiuta".

Gol tuo o autogol di Tomovic?
"Lo scorso anno con il Parma me l'hanno levato speriamo che quest'anno me l'abbiano dato. Non ricordo bene la regola. Io calcio in porta però lo scorso anno me l'hanno tolto. E' stato un gol importante perché è stato l'1-1 e poi siamo riusciti a portare a casa tre punti. Se non mi daranno il gol non sarà una tragedia. Rosico solo perché ancora non ne ho ancora fatti quest'anno, se era il terzo e quarto non mi fregava niente (ride ndr)".

Pellegrini a Roma Tv

Approccio giusto nella ripresa
"Sì diciamo che nel primo tempo è passato in secondo piano il buon atteggiamento perché perdevamo 1-0, nella ripresa invece ne abbiamo fatti 3 quindi sicuramente l'atteggiamento è stato migliore nel secondo tempo. Però ho visto cose buone anche nel primo, poi dal campo non è mai facile ma mi sembrava stessimo facendo bene".

Ora c'è la Fiorentina
"Assolutamente sì, dobbiamo fare come oggi e scendere in campo per vincere. Mi è sembrato che l'atteggiamento sia stato quello di una squadra che voleva vincere la partita. Contro i viola sarà difficile perché stanno passando un periodo così e in casa vorranno vincere, ma anche noi vogliamo vincere e faremo di tutto per ottenere i tre punti".

Abbiamo capito la lezione di giovedì?
"Penso che non ricapiterà, non dubito che sia stata una cosa inconscia da parte nostra. Sono sicuro che non succederà più perché noi siamo molto attenti a questo, si può sbagliare un passaggio o una scelta ma l'atteggiamento non si può sbagliare, perché vediamo i risultati e la differenza tra giovedì e oggi".

Godi di grande libertà in mezzo al campo
"Diciamo che mi lascia molto libero, mi chiede di trovare gli spazi. Cerco di guardarmi intorno per capire dove posso ricevere il pallone e fare una giocata o far girare la palla perché per lui è importante andare da un lato all'altro. Come vedo un buco cerco di inserirmi o mettermi bene con il corpo per guardare avanti perché per il gioco del mister questa sia una cosa importante, altrimenti gireremmo la palla all'infinito senza mai creare occasioni. Sono molto contento perché è il ruolo che sento dentro di me, dove posso fare un po' di tutto, cercare di aiutare i miei compagni e divertirmi, perché quando ricevo palla e guardo avanti mi diverto".

Si nota che sei importante non solo per gli assist ma anche perché puoi segnare in ogni modo
"Se riesco a segnare di più posso essere d'accordo (ride, ndr), sono contento di questo, cercherò di fare di più".