Durante Sassuolo-Roma si è giocata una partita nella partita sugli spalti del Mapei Stadium col settore ospiti giallorosso in aperta contestazione con la società per aver deciso di non rinnovare in scadenza di Daniele De Rossi. Già nel prepartita i circa 3mila giallorossi arrivati a Reggio Emilia non hanno lesinato cori contro Pallotta, Baldissoni, Baldini e la società, alternati da canti di incitamento per il Capitano. 

A ridosso del fischio d'inizio poi sono apparsi tanti striscioni nel settore ospiti: "Lode a te Daniele ultimo imperatore", "De Rossi eterno Capitano, Pallotta eterno riposto", "In 7 anni avete distrutto la Romanità... Via Pallotta e la società". Lo stesso De Rossi si è alzato dalla panchina per salutare il settore.

La contestazione non si è placata nemmeno durante il match quando un gruppo di tifosi ha indossato i giubbotti ha indossato le pettorine da bagnino srotolando lo striscione: "Per una società all'ultima spiaggia". Poco dopo la metà del primo tempo sono stati lanciati in campo due fumogeni, costringendo l'arbitro Maresca ad interrompere il gioco, e dal settore si è alzato il coro: "Pallotta paga la multa".

Il secondo tempo si apre come si era chiuso il primo con il settore che intona cori per DDR. Pochi minuti dopo l'inizio della ripresa un nuovo striscione di protesta: "Dei tifosi e di De Rossi ve ne fregate è ora che ve ne andate". La gara si chiude con tanta delusione per lo 0-0 che chiude la porta Champions e con De Rossi che saluta il settore ospiti.