Mondiale

Dal Canada al Qatar, con la Roma nel cuore: ecco la "Brigata Gamberetto"

Un viaggio posticipato per un regalo di laurea è diventato un'occasione di ritrovo per un gruppo di tifosi giallorossi di tutto il mondo. La sfida Portogallo-Svizzera

Il \

Il "Gruppo Gamberetto" in Qatar

Matteo Cirulli
08 Dicembre 2022 - 13:18

Una delle caratteristiche principali che contraddistingue il tifoso romanista è quella di essere in grado di ironizzare sulle vicende che orbitano attorno alla squadra e ai propri calciatori. Un gruppo di sei ragazzi, provenienti da numerose parti del mondo, da Grottaferrata passando per Ecuador, Stati Uniti e Canada, ha deciso di partire alla volta del Lusail Iconic Stadium, dove nella giornata di martedì scorso, alle 22 ore locali (20 ore italiane) è andato in scena il quarto di finale tra Portogallo e Svizzera, terminato con un sonoro 6-1 per la nazionale andalusa. I sei ragazzi però non erano lì per tifare nessuna delle due squadre, né per sperare in un ingresso in campo di Rui Patricio. Lorenzo De Bernardini, Erick Velasquez, Jamey Cane, Esteban Proaño, Patricio Váscones e Tawfiq Jamal si sono infatti riuniti per potare dall’altra parte del mondo la “pezza” (termine usato dagli ultrà, ovvero  lo stendardo con il nome o il logo del gruppo organizzato) della “Brigata Gamberetto”. Il gruppo, di ispirazione goliardica, vuole rappresentare un chiaro riferimento alle dichiarazioni dell’ex fidanzata di Nicolò Zaniolo, Chiara Nasti (attuale fidanzata di Mattia Zaccagni, calciatore della Lazio), si è formato per ragioni di studio a Vancouver. Il viaggio, un regalo di laurea posticipato a causa dello scoppio della pandemia, li ha visti protagonisti del Mondiale, tanto da essere inquadrati dai fotografi presenti all'interno dello stadio. Il giusto riconoscimento dopo 22 ore di viaggio per il gruppo di ragazzi, rigorosamente con la maglia della Roma indosso, che dopo aver intonato qualche coro, hanno finito per aggregare altri simpatizzanti giallorossi presenti al Lusail Iconic Stadium.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Tags: