Dal campo

Zalewski torna ad allenarsi in gruppo: contro la Salernitana ci sarà

Lo Stadio Olimpico domenica gli ha riservato una grandissima accoglienza, ma lui non ha potuto rispondere sul campo. Smaltito il problema alla caviglia, è pronto a tornare

Nicola Zalewski (As Roma via Getty Images)

Nicola Zalewski (As Roma via Getty Images)

10 Agosto 2022 - 07:00

Lo Stadio Olimpico domenica gli ha riservato una grandissima accoglienza, ma lui non ha potuto rispondere sul campo. Nicola Zalewski è uno dei giocatori più amati dal popolo romanista, oltre a esserne parte a tutti gli effetti, però per l’amichevole contro lo Shakhtar Donetsk il club aveva preferito non rischiarlo e forzare il recupero da un problema che non ha mai realmente preoccupato. Il talento giallorosso, vera e propria invenzione sull’esterno di Mourinho nel corso della passata stagione, ha riportato un trauma distorsivo alla caviglia destra nel match vinto in Israele contro il Tottenham lo scorso 30 luglio.

Da quel momento lo staff di Mourinho ha monitorato quotidianamente l’evoluzione del problema, mai ritenuto abbastanza grave da richiedere ulteriori esami strumentali e ora quel problema è risolto come da programma: oggi Zalewski svolgerà il primo allenamento in gruppo della settimana, in modo da essere completamente pronto per il debutto in Serie A di domenica prossima in trasferta contro la Salernitana. Nell’ultimo test pre-stagionale Mourinho al suo posto ha schierato Spinazzola, col quale il polacco potrebbe  spesso far parte un ballottaggio per il posto da titolare, soprattutto nel caso in cui l’allenatore scelga di tenere la difesa a tre e quel modulo che ha sviluppato, collaudato e rodato nel corso della stagione culminata col trionfo in Conference League.

Al di là del suo schieramento o meno, Zalewski identifica una caratteristica della rosa della Roma che, soprattutto dopo l’ultimo mercato, risulta diffusa in gran parte dei reparti: le alternative di alto livello, la possibilità di scegliere ogni gara quali siano le forze migliori da mettere in campo senza perdere in qualità e garanzie di rendimento. La qualità poi, è un fattore che innesti come Dybala portano in campo quasi immediatamente: Mou lo sa e quando ha potuto, per ora lo ha sempre schierato insieme agli altri membri del neonato quadrilatero offensivo composto anche da Pellegrini, Zaniolo e Abraham.

Serviranno chiaramente anche a decidere la miglior disposizione possibile gli allenamenti di questa settimana che porta alla giornata del debutto all’Arechi. Lunedì il portoghese ha concesso ai suoi un giorno di riposo e ieri si sono ritrovati in seduta mattutina, cosa che al “Fulvio Bernardini” accadrà anche oggi. Per la prima volta sarà a disposizione l’intera rosa romanista, eccezion fatta per Darboe. Il Gambiano resterà fermo ancora per lungo tempo, visto che si è operato (con successo) lo scorso 28 luglio in Svizzera per  riparare il legamento crociato anteriore del ginocchio destro. Aspettando il suo recupero la Roma guarda avanti, con uno Zalewski in più.

© RIPRODUZIONE RISERVATA