Nazionale

Nations League: Azzurro Roma, stasera la sfida contro la Germania

Spinazzola, Pellegrini e Cristante titolari Il ct Mancini: «Spazio alle forze fresche, ci servono tante energie». Esordio in programma per Scalvini, Luiz Felipe e Caprari

Spinazzola e Pellegrini, titolari stasera contro la Germania (Getty Images)

Spinazzola e Pellegrini, titolari stasera contro la Germania (Getty Images)

La Redazione
14 Giugno 2022 - 08:03

L'Italia attesa dalla Germania domani sera per il quarto turno di Natison League. Gli azzurri cambieranno molti uomini rispetto al pareggio contro l'Inghilterra: «Metterò giocatori freschi, è l'ultima e non è facile. La Germania gioca bene, forse anche meglio rispetto al passato. Hanno tanti giocatori di talento e hanno un ottimo possesso palla. Tengono bene il campo, stanno alti, pressano: sono una delle squadre migliori». Lo ha detto il ct della nazionale italiana Roberto Mancini in conferenza stampa alla vigilia della sfida di Nations League con la Germania. «Sono stati giorni belli – il bilancio di questo lungo raduno – prima di tutto per lavorare. La squadra ha fatto cose ottime e ho visto dei ragazzi che possono avere un grande futuro. La sconfitta con l'Argentina mi è dispiaciuta, ma era la seconda volta dopo il match con la Francia di quattro anni fa in cui non abbiamo giocato bene e perso giustamente. Due partite in quattro anni ci possono stare». «È fondamentale che i più giovani in questi 25 giorni si siano allenati con calciatori più esperti. Possono essere migliorati a livello di personalità. Pensavo potessero fare un po' più di fatica - ha evidenziato - Abbiamo fatto un buon lavoro, ma c'è tanto ancora da fare».

Al lungo elenco degli esordienti mancano all'appello solo Scalvini, Luiz Felipe e Caprari: «Cercherò di far debuttare tutti e tre – annuncia il Ct – anche perché crediamo molto in loro. Scalvini è molto bravo, tecnico, ha un bel fisico e può giocare in due ruoli. Deve solo fare esperienza, diventerà un grandissimo calciatore. Luiz Felipe può diventare importante così come Caprari, che è stato infortunato per 15 giorni». I tre non dovrebbero essere nell'undici titolare ma secondo quanto si apprende dovrebbero entrare a partita in corso. Poi da parte del ct un passaggio su Lorenzo Insigne, volato a Toronto, e sul suo futuro in Nazionale. L'ormai ex capitano del Napoli ha riferito di non volere lasciare la maglia azzurra: «Dipenderà come starà, in questi anni ci ha dato tanto, è un grande giocatore, vedremo quello che succede nel campionato americano». Nella formazione titolare dovrebbe esserci Giacomo Raspadori che ha rilasciato alcune dichiarazioni a Sky Sport: «Dopo una delusione così grande reagire immediatamente non era facile. Penso si stia ritrovando entusiasmo: c'è la voglia giusta di ricostruire, di ripartire, non vogliamo fermarci qui. Quando si veste questa maglia prendersi responsabilità penso sia il minimo, le responsabilità vanno prese con il sorriso e con equilibrio - ha aggiunto -. Noi abbiamo l'ambizione di essere pronti, vogliamo dimostrarlo sul campo e migliorarci. Prendere le cose come punto di partenza e non come punto di arrivo». E dovrebbe esserci molta Roma stasera in campo alle 20,45. Donnarumma confermato tra i pali. Difesa a quattro con Calabria, Gatti, Bastoni e Spinazzola. A centrocampo due romanisti su tre. Con Lorenzo Pellegrini e Cristante dovrebbe esserci Barella. In attacco spazio a Politano, Raspadori e Gnonto. La Germania risponderà con un 3-4-2-1. Neuer confermato in porta. Davanti a lui Kehrer, Sule e Henrichs. In mediana Hofmann, Goretzka, Kimmich e Raum. Werner unica punta supportato da Havertz e Muller.

© RIPRODUZIONE RISERVATA