Le parole

Falcao: "Roma, titolo meritato. Avrei voluto esserci. Mou si è ringiovanito"

Il Divino: "Spero sia il primo di una lunga serie di trionfi. I giallorossi sono stati più solidi. Ibañez tra i migliori, pure Pellegrini molto bravo"

Paulo Roberto Falcao a Trigoria (AS Roma via Getty Images)

Paulo Roberto Falcao a Trigoria (AS Roma via Getty Images)

27 Maggio 2022 - 08:53

"È stato meraviglioso". Paulo Roberto Falcao ha rilasciato alla Gazzetta dello Sport delle dichiarazioni in merito alla Conference League vinta dalla Roma. Dalla finale di Tirana a Mourinho, passando per i migliori in campo di Tirana. Ecco un estratto delle sue parole.

Come ha visto la finale di Tirana?
"È stata dura. La Roma è riuscita a difendersi. Mou lo sa fare bene. Il Feyenoord ha tenuto molto bene il pallone, ma la Roma è stata più solida. Partita difficile, molto agguerrita, ma meritata".

Mourinho diventa l'unico allenatore a conquistare le tre attuali coppe europee...
"Quando è arrivato ho detto che la Roma stava ingaggiando qualcuno che ha fatto la storia. Sì, Mourinho è pragmatico, essere pragmatici non significa necessariamente non dare spettacolo. Mourinho si è ringiovanito, il suo sorriso è da ragazzino, sembra che abbia vinto il primo trofeo per la sua esultanza. Questo è molto bello, significa attaccamento alla squadra, alla società, alla Roma".

Lo spettacolo lo hanno dato anche i tifosi.
"La tifoserie è molto partecipativa, una delle cose che mi colpì fu uno striscione 'la Roma non si discute, si ama'. Mi sarebbe piaciuto molto essere all'Olimpico. Cinquantamila persone più uno, che sarei stato io".

Tornando alla partita chi sono stati i migliori?
"Spendo il nome di Ibañez. Anche Pellegrini è stato molto bravo. Abraham ha disturbato bene l'avversario. Rui Patricio ha fatto due parate strepitose. La coppa è andata alla squadra giusta".

È Zaniolo che ha deciso la gara?
"È stato molto tempo fermo, contro il Feyenoord ha segnato un gol di qualità. Scelta giusta: se avesse scelto la potenza il portiere l'avrebbe presa, tecnicamente è un bravissimo giocatore".

Per chi come lei ha sfiorato l'impresa contro il Liverpool nel 1984 in Coppa dei Campioni, questo titolo di Conference League da un po' di sollievo?
"Sarò sincero, non ci ho pensato, quello è il passato, il passato non torna. Pensiamo piuttosto a questo titolo. È stato meraviglioso. Mi auguro sia solo il primo e che la Roma possa conquistarne di più".

© RIPRODUZIONE RISERVATA