José Mourinho ha rilasciato delle dichiarazioni al termine del match fra Leicester e Roma valido per l'andata delle semifinali di Conference League, terminato con il risultato di 1-1. Di seguito le sue parole: 

Sky Sport

Che progetto è quello di Zalewski? È vinto?
"È importante per noi, anche bello. Un ragazzino che arriva alla Roma a 9-10 anni e gioca in Prima Squadra al di là del fatto che sia importante è bello".

Nella prima ora la Roma ha tenuto il ritmo e l'intensità del Leicester
"Dopo però abbiamo perso troppo palla, anche in situazioni di uscita in contropiede non abbiamo fatto bene. La squadra è sempre stata organizzata. Quando avevamo energia abbiamo giocato come volevamo, poi perdendo intensità la squadra si è abbassata e la partita è stata difficile nel secondo tempo. Sono sicuro che prima di questa partita che se qualche romanista avesse saputo che si sarebbe deciso tutto all'Olimpico penso che tutti avrebbero firmato, anche sorridendo. Io non sorrido perché capisco che anche 70.000 dentro e tanti altri fuori sarà difficile. I tifosi sono incredibili".

Sulla prossima gara
"Ma dobbiamo pensare anche al Bologna, che gioca e vince. Sarà difficile per noi domenica. Al contrario del Leicester che gioca solo la Conference e in Premier non ha possibilità di qualificarsi in Europa, noi abbiamo questa possibilità per il 5° posto. Abbiamo 4 partite e dipende da noi. Domenica sarà difficile. Dobbiamo essere concentrati, dobbiamo dimenticare la semifinale per 3 giorni e mettere il focus sul Bologna".

Dazn

Come si prende questo punto?
"Vediamo che succede nella seconda partita, però, andare a Roma e giocare una finale lì, non a Tirana, ma nella Capitale, giocare una finale lì sarà bello. È una motivazione in più. È lì che si decide chi va in finale. Il risultato di oggi è da dimenticare. Il gol fuori casa non ha nessun significato. È una partita bellissima. Sono sicuro che la gente a Roma è motivata per giovedì. Io no, ho una partita importante domenica. Il Leicester non ha nulla da giocarsi in Premier. Noi in queste quattro partite dobbiamo fare punti per mantenere il posto in Europa".

Di cosa avete parlato con Rodgers?
"Sa che sarà dura per noi".

Si potrà rischiare di più in casa?
"Vediamo".

Come sta Mkhitaryan?
"Non lo so come sta, ma per uscire le notizie non sono buone".