Non è bastato il settore. Udine sarà una trasferta extralarge. I tifosi romanisti domani saranno più di 1.000, cioè quanto può attualmente ospitare lo spazio adibito per i sostenitori della squadra avversaria nella Dacia Arena. Almeno 1.300, compreso il settore "supplementare" che è stato aggiunto dal club friulano per consentire l'accesso in base all'alta richiesta. Una trasferta dopo l'altra, perché nessuno ha ancora dimenticato lo spettacolo europeo del settore ospiti di Arnhem, ringraziato dalla squadra a fine gara per non aver mai smesso di incitare i giocatori in campo, con i cori che si sentivano persino dalla Capitale, grazie alla tv, con i tifosi di casa sovrastati in diversi momenti della gara.
Non solo trasferte, però. Si tornerà a giocare allo stadio Olimpico giovedì sera alle 21 per il ritorno degli ottavi di Conference League proprio contro il Vitesse e al momento il botteghino fa registrare 30.000 unità (inclusi circa 11.000 tifosi che hanno usufruito del regalo del club a compensazione della restrizione di Roma-Cagliari a 5.000 spettatori). La gara che può consentire alla squadra di Mourinho di accedere ai quarti della neonata competizione europea precederà di poco più di 60 ore il derby con la Lazio. C'è grande attesa anche per il match del 20 marzo, come al solito alle 18: lo stadio per quanto riguarda i romanisti è praticamente esaurito (mancano meno di 1.000 biglietti). Si è avviata, con molta fatica, anche la vendita dei biglietti agli ospiti (ancora 1.400 disponibili).
Ieri è partita la vendita dei tagliandi per Roma-Salernitana del 10 aprile, che fanno parte del pack da tre partite insieme alla gara col Bologna del 1° maggio e del 15 dello stesso mese con il Venezia. Al momento già 5.000 biglietti sono stati acquistati per il pacchetto.