Dichiarazioni

Julio Sergio: "Mi sento un po' romano. Mourinho una persona incredibile"

Le parole dell'ex portiere giallorosso: "Lui si mette sempre al centro, lasciando i giocatori tranquilli. Rui Patricio sta facendo bene e può fare ancora meglio”

Julio Sergio (As Roma via Getty Images)

Julio Sergio (As Roma via Getty Images)

La Redazione
12 Febbraio 2022 - 20:29

Julio Sergio ha rilasciato delle dichiarazioni a Centro Suono Sport. Di seguito uno stralcio delle sue parole: 

Com'era Claudio Ranieri nei momenti di difficoltà?
"Difficile vederlo nervoso o arrabbiato, alcune volte alzava la voce. Anche quando faceva queste cose, però, rimaneva un gentleman".

La "sfuriata" di Mourinho?
"Non è facile gestire uno spogliatoio, Mourinho è uno che capisce di calcio. Ai giocatori possono piacere o meno determinate scelte, ma devono sempre rispettarlo, lui parla in faccia. Se facciamo un paragone con le altre rose, non so se la Roma possa giocarsela in maniera competitiva, meglio avere un tecnico così che abbia carattere e sia in grado di gestire l'ambiente. Lui sa quello che fa affinché i calciatori abbiano un rendimento migliore".

Mourinho, quando eri alla Roma, era tuo avversario all'Inter.
"Lui si mette sempre al centro, lasciando i giocatori tranquilli. È una persona incredibile e tutto lo apprezzano, è veramente una persona buona e questa è l'immagine che ho di lui. Ha un cuore enorme, però riesce tra virgolette a litigare quando ha bisogno per difendere i suoi giocatori. Ha esperienza per gestire l'ambiente".

Quanto ti senti romanista?
"Non sono nato a Roma, quello che Roma mi ha dato e quello che mi ha dato la società è tantissimo. Ho tanti amici, i miei figli sono nati a Roma, io mi sento anche un po' romano, ho vissuto 8 anni a Roma e sono stati probabilmente i migliori".

Rui Patricio?
"A me piace perché è un portiere esperto, ha fatto grandi cose. Non riesco a vedere tutte le partite perché qui in Brasile non le trasmettono tutte, però è un portiere regolare. In Italia è un altro calcio, il portiere deve crescere con il tempo. A parte Alisson che è un fenomeno, gli altri portieri hanno bisogno di tempo, Rui Patricio sta facendo bene e può fare ancora meglio"

© RIPRODUZIONE RISERVATA