A Milano per ritirare il premio "Ghirlanda d'oro"  nell'ambito della manifestazione "Sport Movies & Tv 2017 – 35th Milano International ICTS Fest", grazie al film "Chiedi chi era Falcão" (scritto da Tonino Cagnucci e David Rossi), Paulo Roberto Falcão è stato intervistato da il Romanista, per parlare dell'imminente derby Roma-Lazio, ma non solo: "E' molto piacevole venire in Italia, farlo in questo momento per ricevere questo premio è ancora più bello. Il film è stato un modo per tornare indietro e per raccontare quegli anni bellissimi vissuti con la Roma e anche un po' la mia storia di Porto Alegre". Hai modo di seguire la Roma? "Sì, l'ultima partita non l'ho vista ma ho modo di seguire un po' il campionato italiano. L'Inter sta andando forte, a differenza dell'anno scorso, quando c'erano Juventus, Roma e Napoli. Quest'anno si è inserita l'Inter e devo dire che è un bel campionato. La Roma sta andando bene, Di Francesco sta facendo un buon lavoro. Ha perso giocatori importanti ma è riuscito a dare un'impronta alla squadra. Siamo ancora all'inizio e dobbiamo aspettare, però l'inizio è molto buono. Il derby? Ne ho giocati pochi, ma erano sempre partite difficili. Io penso che è importante per la città avere due squadre forti, lo pensavo anche a Porto Alegre dove ci sono Gremio e Internacional. Una squadra forte spinge l'altra ad essere ancora più forte, perché c'è questa lotta contro la squadra. Se io non sto bene, l'altra squadra sta bene e il mio tifoso soffre. E' da tanto che Roma e Lazio non erano così forti, mi auguro che possano arrivare fino in fondo e che ovviamente vinca la Roma".