Gioia sì, ma contenuta. La Roma vive un'altra serata in simbiosi col proprio pubblico: avvio entusiasta, pausa da disorientamento con lo stadio ammutolito per Tommaso, lotta e vittoria anche per lui. Nel segno della speranza. Un gol per tempo regola una partita scorbutica, anche a causa di un arbitraggio quanto irritante.

6,5 RUI PATRICIO La prima mezz'ora trascorre all'insegna della tranquillità, ma non perde concentrazione e quando la linea si apre e gli fa sbucare Reca a tu per tu si fa trovare pronto. Si ripete a inizio ripresa su Manaj. Il prodigio lo compie nel finale chiudendo la saracinesca su doppio tentativo ravvicinatissimo, ma il fischio di Prontera lo vanifica.

7 IBANEZ Predilige gli anticipi assumendosi tutti i rischi del caso: poco calcolati i secondi, molto efficaci i primi. Coraggio premiato dal gol.

7 SMALLING Torna a comandare la difesa dopo il turno di riposo ed è un rientro subito felice: chiude in rete la combinazione volante col connazionale Tammy. Continua a volare e a prenderle tutte di testa nell'area propria, dove regna per un'ora, fino al cambio. British Airways.

6 KUMBULLA Si immola a respingere una botta dalla distanza, si impegna in marcatura e nelle rincorse, ma resta l'anello meno saldato di un reparto che finisce di nuovo inviolato.

6,5 KARSDORP Inizio scoppiettante col solito andirivieni sulla corsia di competenza. Cala un po' nell'ultimo terzo di gara, quando paga la stanchezza.

6,5 VERETOUT Nelle ultime settimane è apparso chiaro che anche il suo serbatoio ha un fondo, ma gestisce i giri del motore. Suo il tiro respinto dal braccio avversario ma senza rigore prima dell'intervallo. Suoi i corner che generano entrambe le reti.

7 CRISTANTE Sbarra la strada davanti all'ultima linea, tamponando avversari e raffreddando situazioni scottanti. Con l'uscita di Smalling indietreggia al centro della difesa. Sempre con generosità. Da Capitano.

6,5 MKHITARYAN Il suo marchio di fabbrica sono i tocchi prelibati senza mai essere fini a se stessi. Venatura gourmet alla mediana ipercalorica.

7 VIÑA Ritrova la spinta dei giorni migliori e quando parte verso l'area avversaria è una ruspa: l'occasione gli capita sul piede sbagliato, ma costringe Provedel a un grande intervento. Attento in fase difensiva, spende "bene" il fallo da giallo.

6 MAYORAL La bella prestazione di Sofia gli vale la prima da titolare in A. È volenteroso, ma non trova mai il graffio, anche quando un pressing alto di Micki gli spalanca la strada.

6,5 ABRAHAM Gli bastano 5 minuti per dare due saggi della punta al servizio della squadra: spunto da sinistra per Borja, prima di staccarsi dai blocchi su corner e fare sponda per l'1-0. Poi si dà al lusso e inventa un assist di tacco per Viña. Altruismo non fa rima con fortuna e quando si mette in proprio ritrova portiere avversario e legno. L'ennesimo.

6,5 FELIX Il suo ingresso rinvigorisce lo stadio, gli scatti da centometrista costringono gli spezzini alle cattive. Ma a rimediare la più incomprensibile delle ammonizioni è il romanista. Prodromo al rosso.

6 DIAWARA A ritmi cadenzati ma ordinati

S.V. BOVE Dentro nel recupero.

6,5 MOURINHO Si sistema con l'ormai collaudato 352, soffrendo poco e creando molto. Il cambio di Felix ridà verve, a toglierla - ma a giochi fatti - ci pensa Prontera.