Da Liedholm a Capello, da Agostino ad Ancelotti da Maldera a El Shaarawy: sono infiniti gli incroci storici tra Roma e Milan. Di Zaniolo l'ultimo gol vittoria. Antonio De Falchi. Tutto questo è Roma-Milan, dalla A alla Z.

Antonio

Quella contro il Milan è la partita di Antonio De Falchi. Questa sera Antonio sventolerà al centro della Curva Sud, come sempre. Solo che questa non sarà una partita come le altre.

Bimbo

Soprannominato "Bimbo" dal Barone Liedholm, Carlo Ancelotti è una delle stelle della meravigliosa Roma degli Anni Ottanta. Nel 1987 passa al Milan, di cui diventa leggenda prima in campo e poi in panchina.

Capitano

«Ti hanno tolto la Roma, non la tua Curva». Così i tifosi giallorosso salutano il Capitano Agostino Di Bartolomei il giorno della sua ultima partita con la Roma, il 26 giugno 1984 in occasione della finale di Coppa Italia con il Verona. È già cosa fatta il suo passaggio al Milan: vestirà il rossonero fino al 1987.

Don Fabio

Dopo aver vinto tutto sulla panchina del Milan (quattro scudetti, una Coppa Campioni e una Supercoppa Uefa), nel 1999 Fabio Capello approda alla Roma. Dopo una stagione deludente, Don Fabio porta il Tricolore a Roma per la terza volta.

Estasi

Uno dei (pochi) lampi di luce della Roma di Zeman squarcia l'Olimpico il 3 maggio 1998, quando in casa dei giallorossi arriva il Milan di Capello. È la formidabile squadra di Maldini, Desailly e Weah, ma quel giorno la Roma è in trance agonistica: finisce 5-0.

Faraone

Il grande ex della partita di questa sera. Stephan El Shaarawy contro il Milan ritroverà il suo passato: il Farone ha militato nel Milan tra il 2011 e il 2015.

Gunnar

Prima che Francesco Totti segnasse una doppietta al Cesena nel 2011, era Gunnar Nordahl il detentore del record di gol con una stessa maglia, con 210 reti. Lo svedese le segnò con la maglia del Milan tra il 1949 e il 1956. Nelle due successive stagioni militò nella Roma.

Heinz

Arcigno terzino della nazionale tedesca (fu autore dell'1-1 allo scadere in Italia-Germania, semifinale del Mondiale del 1970), Karl Heinz Schnellinger gioca nella Roma nel 1963 e tra il 1964 e il 1965. Fino al 1974 gioca nel Milan.

Imbattuti

Tra la stagione 1929/30 e quella 1939/40 la Roma resta imbattuta per nove incontri casalinghi consecutivi contro il Milan (6 vittorie e 3 pareggi). È la striscia di risultati positivi contro i rossoneri più lunga della sua storia.

Laterale

Tra i laterali di difesa più forti di ogni epoca va annoverato senz'altro il brasiliano Marcos Cafu, leggendario Pendolino della Roma del Terzo Scudetto. Arrivato a Roma nel1997, vince lo Scudetto nel 2001 prima di passare al Milan nel 2003. In cinque stagioni in rossonero, Cafu è protagonista della vittoria della Champions League del 2003 e del 2007, oltre che di uno scudetto nel 2004 (proprio ai danni della Roma).

Maldera

Vera e propria colonna del Milan degli Anni 70 e 80 - squadra con cui vince lo scudetto della Stella nel 1979 - Aldo Maldera passa alla Roma nell'estate 1982. Caposaldo della formazione campione d'Italia, salta la finale di Coppa Campioni per squalifica. Ci lascia troppo presto nel 2012.

Nils

Non c'è Roma-Milan senza un pensiero al Barone Nils Liedholm. Tra il 1949 e il 1961 è una della stelle del "Milan degli Svedesi" insieme a Nordahl e Gren. Appesi gli scarpini al chiodo, propio al Milan inizia la carriera da allenatore, che lo porta, a più riprese, anche a Roma. La parentesi giallorossa più gloriosa è senz'altro quella tra il 1977 e il 1984: con la Roma vince il secondo Scudetto, raggiunge la finale di Coppa Campioni e alza tre Coppe Italia.

Ottantasette

Questa sera la Roma ospiterà il Milan in un incontro di Serie A per l'ottantasettesima volta nella sua storia.

Pierino

Soprannominato "La Peste" per la sua pericolosità in area di rigore, Pierino Prati è il centravanti del Milan campione d'Europa nel 1969. Tra il 1973 e il 1977 veste la maglia della Roma.

Quattro

Nella sua seconda esperienza sulla panchina giallorossa, Zeman si toglie lo sfizio di infliggere una (altra) goleada al Milan: il 22 dicembre 2012 la Roma batte 4-2 il Milan grazie alla doppietta di Lamela e ai gol di Burdisso e Osvaldo. Rivincita

Rivincita

Dopo la sconfitta nel primissimo confronto tra Roma e Milan (andato in scena a Milano il 27 ottobre 1929 e terminato 3-1 per i rossoneri), nella gara di ritorno del 23 marzo 1930 i giallorossi si vendicano e vincono 1-0 con un gol di Volk.

Sinistro

Con un bruciante colpo mancino che spiazza Donnarumma Nicolò Zaniolo firma il gol vittoria (2-1) in Roma-Milan del 27 ottobre 2019. È l'ultima vittoria casalinga dei giallorossi contro la squadra lombarda.

Trenta

Stasera la Roma è a caccia della sua trentesima vittoria casalinga contro il Milan in tutte le competizioni. In novantacinque precedenti sono 30 i successi rossoneri, 36 i pareggi e 29 le vittorie della Roma. Le reti segnate sono quasi le stesse tra le due squadre: 108 per i giallorossi, 106 per il Milan.

Ultima

L'ultimo confronto allo stadio Olimpico tra Roma e Milan è quello del 28 aprile scorso. Quel giorno il Milan di Pioli vince 2-1: i rossoneri passano in vantaggio con il calcio di rigore di Kessié; Veretout pareggia per la Roma, ma Rebic segna il gol vittoria.

Virdis

La Roma è stata la vittima preferita di Pietro Paolo Virdis, che nel corso della sua carriera ha segnato 14 gol ai giallorossi in 25 presenze. 6 di queste reti sono arrivate in un Roma-Milan tra il 1985 e il 1989: è il marcatore più prolifico della sfida.

Zero a zero

Le sfide tra Roma e Milan andate in scena nella Capitale sono terminate ben tredici volte 0-0. In quattro occasioni questo risultato si è verificato per due gare consecutive in Serie A: 1935/36 e 1936/37; 1955/56 e 1956/57; 1972/73 e 1973/74 e infine 2009/2010 e 2010/2011.