Walter Mazzarri, tecnico del Cagliari, ha commentato la sconfitta contro la Roma in campionato. Queste le sue parole:

"Con tante assenze e tanto carattere, oggi nessun punto ma la prestazione c'è stata. Le occasioni per andare sul 2-0 sono state due clamorose, c'è stata la grande parata del portiere della Roma. Oggi la squadra ha giocato come mi piace, contro questa Roma siamo stati tatticamente perfette e abbiamo fatto cose belle. Non meritavamo assolutamente di perdere e se una delle due squadre meritava di vincere eravamo noi per le occasioni clamorose. Dispiace aver perso la partite su due piazzati, sul 2-1 la punizione non ci doveva essere e poi c'era il rigore su di noi. E' stato un errore arbitrale, Lykogiannis è stato ingenuo, ma Zaniolo si butta dopo in un contrasto normale. Il rigore è abbastanza clamoroso: Mancini da esperto dà la spinta a Pavoletti, lo butta e fa finta di cadere, era da andare a vedere al Var. Io l'ho visto da tutte le angolazioni. Era da vedere al Var, come ha fatto Banti con la Fiorentina che ci ha messo 3'. Quando la squadra gioca così non mi va di perdere punti per errori, tutti possono sbagliare ma c'è il Var. Probabilmente era 2-2 se non si sbagliava il rigore. Sono un po' arrabbiato, vogliamo essere tratati come gli altri".

Vi portate a casa qualcosa di buono oltre il carattere.
"Se vedete il Napoli, Insigne fa quello che fa Joao Pedro. Abbiamo aspettato la Roma e poi rubato palla, loro non hanno fatto niente prima del gol, anzi hanno avuto qualche occasione sempre su piazzati. Noi abbiamo preso traversa, ma più occasioni. Poi il portiere loro ha fatto una grande parata. Sono orgoglioso dei giocatori, ho visto un accenno di squadra di Mazzarri. Mi fa piacere e con 6 assenze è una grande risposta del gruppo".

Fiducioso per la salvezza?
"Se dovessimo giocare sempre così, non ci dovrebbero essere problemi. Meritavamo minimo il pareggio e mi dà fastidio non averlo ottenuto per errori arbitrali abbastanza evidenti".