Maledetta Champions, verrebbe da pensare questo se si guarda il rendimento in campionato della Roma a ridosso dell'impegno europeo: 1 vittoria, 2 pareggi e 2 sconfitte. Un ruolino di marcia terribile che peggiora se si va ad analizzare il valore degli avversari. Procediamo in ordine di criticità: il primo passo falso in casa con il Chievo a pochi giorni della sfida del Bernabeu con il Real Madrid, un pareggio rocambolesco dopo essere andato per due volte in vantaggio. Sempre in casa è arrivata la prima sconfitta per mano della Spal in prossimità del match contro il CSKA, l'altra è storia recentissima con il KO di Udine: due prestazioni simili in cui la Roma ha incassato gol senza segnare.

Paradossalmente le uniche note liete di questa statistica sono arrivate dalle due gare, sulla carta, più complicate. Prima della trasferta di Mosca è arrivata quella di Firenze in cui i giallorossi hanno pareggiato per 1-1 con il contestato rigore concesso a Simeone. Mentre l'unica vittoria è quella del derby prima della sfida al Viktoria Plzen, quel 3-1 a danno dei biancocelesti sembrava la partita della svolta e invece è rimasto solo un picco positivo nel rendimento altalenante della squadra di Di Francesco. E il fatto che i punti persi siano arrivati con squadre che militano sul fondo della classifica, mentre mentre si è fatto bene con quelle di medio-alta classifica, è un dato che fa riflettere.

Il confronto con le altre

Spesso ci viene ripetuto che la Champions League porta via energie, mentali e fisiche. Una distrazione insomma che rallenta il cammino delle squadre che la giocano, soprattutto nella fase a gironi in cui gli impegni europei si incastrano con quelli nazionali e costringono i top team a giocare ogni tre giorni. Qualche passo falso quindi è ammissibile ma a guardare il rendimento delle altre italiane solo la Roma sembra soffrire il mal di Champions. Al netto delle gare che si giocheranno oggi, il rendimento in campionato di Juventus, Napoli e Inter non sembra patire troppo la vicinanza alle gare europee.

I bianconeri hanno un ruolino quasi impeccabile con 3 vittorie, tra cui il 3-1 rifilato al Napoli, e un pareggio con il Genoa a ridosso del match contro il Manchester United. Tra l'altro quello con i rosso-blu che è l'unico passo falso su 13 gare di campionato fin qui disputate dove per il resto gli uomini di Allegri hanno saputo solo vincere. Discorso simile per il Napoli che a parte la sconfitta di Torino ha sempre vinto prima delle gare europee. Anche l'Inter, che l'anno scorso è arrivata alle spalle della Roma, ha steccato solo la prima vigilia di Champions perdendo a San Siro contro il Parma, poi negli altri 4 casi ha sempre portato a casa i tre punti passando anche per una vittoria nel derby col Milan.