Stephan El Shaarawy ha parlato nel post-partita di Roma-Sampdoria, partita vinta dai giallorossi per 4-1 grazie anche ai due gol dell'attaccante. Queste le sue parole:

Sky

Vorresti stare in Nazionale?
"Dispiace non essere stato chiamato in Nazionale perché ne ho sempre fatto parte e ci tengo tantissimo. Devo far parlare il campo, agli attaccanti servono gol e prestazioni, oggi l'ho fatto e sono contento di questa partita".

DiFra vi ha fatto sentire la musica della Champions?
"No, ci ha detto di ricordarla. Abbiamo tenuto bene nell'arco della partita e il ritmo alto per tutti i minuti e il mio gol è stato importante per chiuderla. Abbiamo dato una bella risposta".

Tu in allenamento tiri di collo o fai solo tiri a giro?
"Giusto ieri ne ho fatto uno in allenamento. Sicuramente però è un aspetto sul quale devo lavorare e migliorare".

Roma Tv

Hai fatto un gol da campione.
"Sì, bel gol. Molto contento, dal punto di vista personale, ma soprattutto per la squadra. Serviva dare una risposta. Siamo felici per la prestazione".

La Roma può rilanciarsi per la zona Champions?
"Sì, la posizione della Champions è una cosa che ci spetta. Oggi grande prova. Abbiamo tenuto alto il ritmo per tutta la partita. Dobbiamo dare continuità non solo alle prestazioni, ma anche al ritmo dentro la singola partita. Oggi l'abbiamo fatto, e dobbiamo continuare così. Dobbiamo essere più convinti e consapevoli delle nostre capacità".

Un messaggio alla Nazionale?
"Ovviamente mi dispiace, perché io ne ho sempre fatto parte. Per la Nazionale devi fare buone prestazioni e gol, e oggi l'ho fatto".

Mi fai arrabbiare, tu sei questo! Devi farlo sempre, con questa continuità.
"Sono convinto. Devo esserlo di più, all'interno anche della stessa partita. Devo trovare più convinzione, più coraggio. Oggi penso di averlo fatto. Devo continuare così: cercare la prestazione, ancor prima del gol".

Partita completa da parte tua oggi. Hai qualità importanti. Coraggio nell'uno contro uno. Hai dato la possibilità alla squadra di salire.
"Proprio di quello parlavo. Vincere i duelli, una cosa che mi è mancata e che oggi ho ricercato sempre. Oggi l'ho fatto di più.