Juan Jesus ha parlato ai microfoni di Sky Sport in vista del match di domenica tra Roma e Sampdoria. Ecco le sue dichiarazioni: 

È possibile battere il Real Madrid e vincere il girone di Champions?
Certo, dobbiamo fare di tutto per vincere, a noi servono pochi punti per passare il girone. Sappiamo che sarà un match difficile ma saremo pronti.

Come ti spieghi questo doppio rendimento tra campionato e Champions?
Credo sia questione di concentrazione, in Champions sai che sono tutte gare difficili, sai che sono solo 6 e sei più concentrato. Adesso dobbiamo farlo anche in campionato perché  adesso siamo quasi a dicembre e non possiamo stare troppo lontano dalle prime. Il nostro posto non è questo in cui siamo. Dobbiamo fare cose diverse per ritornare ad essere la Roma.

Ci aiuti a capire quali sono le qualità migliori di Schick?
Patrik è ancora giovane, lui ha tanta pressione addosso come se avesse già 30 anni. Ha tante caratteristiche forti, ha tanta tecnica e calcia benissimo. Lui deve provare ad avere un carattere più forte ma siamo tutti diversi. Lui è un bravissimo ragazzo, un grande calciatore e può diventare ancora più forte. Quindi basta dargli un po' di fiducia in più e avere pazienza. Per me è un grandissimo calciatore.

Un ragionamento che si può estendere anche agli altri giovani?
Ieri ne parlavo con Manolas, oggi i giovani sono più fortunati di noi. Prima era più difficile arrivare in prima squadra, oggi basta che sei un po' più bravo e arrivi. Loro pensano di essere già al massimo ma non devono accontentarsi e fare sempre meglio, hanno un sacco di tempo davanti per imparare. Tecnicamente sono già bravi,  Kluivert e Ünder sono velocissimi e Zaniolo ha grande fisico. Loro devono prendere tempo per lavorare di più e capire che il calcio passa veloce.

Che partita ti aspetti contro la Sampdoria?
La Samp è una grande squadra con un grande allenatore. Dobbiamo essere pronti a tutto, ci servono questi tre punti per la classifica e per noi stessi. Dobbiamo vincere per forza perché poi c'è la sosta e avremo tempo per allenarci.

Si è complicato il cammino per il quarto posto?
C'è ancora tempo ma non tanto quindi dobbiamo vincere più partite possibili e fare il nostro dovere. L'anno scorso siamo arrivati terzi e abbiamo fatto una semifinale di Champions per questo non dobbiamo accontentarci del 9° posto.

Più difficile arrivare terzi o raggiungere una nuova semifinale di Champions?
Se lavoriamo con l'impegno dell'anno scorso possiamo arrivare ancora più lontano. Io ci credo e lotto per la Roma, sicuramente tutti nello spogliatoio vogliamo lottare e fare il nostro dovere fino all'ultimo.