Fiorentina-Roma è già sold-out. Ventiquattro ore: tanto è bastato ai tifosi romanisti per polverizzare con largo anticipo rispetto alla fine della vendita i 2500 posti messi a disposizione dal club toscano. Sabato alle ore 18 il "Formaggino", questo il soprannome del settore ospiti dell'Artemio Franchi di Firenze, sarà difatti gremito in ogni ordine di posto da bandierette, stendardi e sciarpe giallorosse. Reduce dal divieto di trasferta in quel di Napoli, il popolo romanista si è proiettato con forza e passione sulla sfida contro i viola. Una ghiotta occasione per far registrare il terzo tutto esaurito stagionale, ovvero da quello dell'esordio sul campo del Torino passando per quello di Bologna e, dulcis in fundo, quello relativo la gara di Firenze ormai alle porte. Saranno giorni di attesa quindi per molti romanisti desiderosi di intraprendere un nuovo viaggio fatto di chilometri da macinare e canti e battimani, con tanti altri che saranno costretti a rimanere nella Capitale a causa di una disponibilità che, per motivi di vicinanza geografica e comodità nel raggiungere Firenze, è risultata essere ancora una volta inferiore rispetto alle elevate richieste. La vendita dei tagliandi per la trasferta del Franchi era difatti iniziata alle ore 15 di lunedì, con la prima fase dedicata esclusivamente ai possessori di una tessera di fidelizzazione (AS Roma Card, Club Privilege o Card Away), a cui sarebbe dovuta seguire a partire da domani mattina la vendita libera. Condizionale d'obbligo perché, come noto e facilmente pronosticabile, i romanisti hanno impiegato esattamente una giornata per far registrare un nuovo sold-out. Dopo i 1500 dell'Olimpico - Grande Torino, i 2mila di Milano (sponda rossonera), i 3mila di Bologna, ancora in 2mila ma ad Empoli - senza dimenticare i 1200 del Bernabeu di Madrid - si avvicina così il viaggiare insieme dei 2500 romanisti pronti a tingere il Franchi con i colori più belli. Si attende nel frattempo una risposta da parte della tifoseria di casa, con molti settori dell'impianto fiorentino che presentano ancora disponibilità elevate. La certezza, ancora una volta e se mai ci fosse bisogno di conferma ulteriore, è l'amore di una tifoseria che - dopo il divieto di Napoli - ha risposto nuovamente "presente". Così tanto da impedire a chi aspettava la vendita libera, di poter trascorrere un sabato fatto di tifo incondizionato.

Non solo Fiorentina-Roma, restando in tema biglietteria, perché domenica 11 novembre alle ore 15 è in programma la sfida casalinga contro la Sampdoria. Una partita che, come per tutte quelle passate quanto future di campionato, vedrà il tutto esaurito in Curva Sud Centrale e Laterale, oltre alla presenza di due promozioni capaci di attirare nei mesi scorsi molti giovani romanisti e romaniste allo stadio Olimpico. In occasione del match contro i blucerchiati, infatti, gli studenti di ogni ordine e grado avranno diritto ad un biglietto di Tribuna Tevere Top Nord/Parterre Nord al favorevole costo di 20 euro. Per ottenere il tagliando basterà recarsi presso gli AS Roma Store, oppure contattare il Call Center o procedendo all'acquisto sul sito ufficiale della società. Gli Under 14 (nati dal 1 gennaio del 2005 in poi), invece, accederanno gratuitamente in Curva Nord purché alla presenza di un adulto accompagnatore munito di abbonamento o regolare tagliando per il medesimo settore.

Dalla Serie A alla Champions League, perché il prossimo 27 novembre l'Olimpico e la tifoseria romanista assisteranno all'arrivo del Real Madrid campione d'Europa in carica. Un big-match talmente atteso da aver fatto registrare il tutto esaurito in tutti i settori dell'impianto, con le sole eccezioni di alcuni spicchi di Tribuna Tevere (Parterre Sud, Nord, Centrale e Top Sud) e Tribuna Monte Mario (Nord, Sud, Top Nord e Top Sud). Tanti impegni in arrivo e una dolce, piacevole costante: il fedele supporto di una tifoseria romanista che, a partire da sabato pomeriggio, tornerà a far registrare un nuovo, ennesimo tutto esaurito stagionale. Duemila e cinquecento cuori pronti a battere all'unisono quando l'inno s'alzerà, con la speranza di poter assistere - dopo Empoli - ad un nuovo successo esterno in terra toscana.