Nel secondo tempo di Barcellona-Real Madrid, una mossa di Julen Lopetegui stava per rimettere in piedi una partita che dopo il primo tempo sembrava ormai spacciata. Il passaggio alla difesa a tre ha infatti portato al gol del momentaneo 2-1 di Marcelo e al clamoroso palo di Modric che avrebbe potuto portare la gara sul 2-2. Un segnale di rinascita che, tuttavia, non è bastato per impedire al Barça di prendere il largo nell'ultimo quarto d'ora e di chiudere la gara con un 5-1 decisamente più severo rispetto a quanto visto sul campo. La sonora sconfitta al 'Camp Nou' ha fatto scorrere i titoli di coda sull'avventura di Lopetegui sulla panchina del Real che verrà quasi sicuramente affidata ad Antonio Conte. Ormai da giorni, i quotidiani spagnoli si interrogano sulla famosa difesa a tre dell'ex Ct dell'Italia. Detto che in passato l'ex Chelsea ha utilizzato anche la difesa a 4, nel caso in cui volesse continuare ad affidarsi al suo cavallo di battaglia, il salentino potrebbe optare per un 3-5-2 o per un 3-4-2-1. Quest'ultimo schieramento sembra più idoneo alle caratteristiche tecniche dei vari Asensio Isco, che potrebbero invece trovare più difficoltà in una linea mediana a cinque. Nel caso in cui dovesse optare per il 3-4-2-1, questa potrebbe essere la formazione che dovrà affrontare anche la Roma all'Olimpico in Champions League: