"Fermiamo gli abusi online. Per l'importanza che il calcio ricopre nella nostra società è opportuno che ci si assuma la responsabilità di inviare messaggi positivi, di contrasto netto agli odiatori di professione. Lo sport è motivo di gioia e di condivisione, non è lo strumento per alimentare violenza e fomentare disprezzo e volgarità". Con questo messaggio la Figc annuncia di prendere parte all'iniziativa #StopOnlineAbuse contro ogni forma di discriminazione. Per questo motivo, la Federcalcio sospenderà la sua attività sui social media dalle 15 di venerdì 30 aprile alle 23:59 di lunedì 3 maggio.

Anche la Premier League parteciperà all'iniziativa e interromperà la propria attività social, come comunicato dal massimo campionato inglese con una nota sul proprio sito. La Premier boicotterà quindi i social per chiedere un cambiamento alle piattaforme social: interventi mirati per prevenire gli abusi discriminatori online.