Vicenda spigolosa quella che sta animando il mercato di Sporting Club de Portugal e Atletico Madrid. Dopo l'assalto dei tifosi dei biancoverdi al centro tecnico dello Sporting lo scorso maggio, i colchoneros hanno approfittato della rescissione unilaterale del contratto tra i lusitani e Gelson Martins per "giusta causa" (il giocatore aveva una clausola da 60 milioni) per mettere sotto contratto lo svincolato il centrocampista portoghese di origini capoverdiane. Prima della firma del contratto, l'Atletico aveva inviato alla FIFA una memoria difensiva, cercando di evitare in questo modo eventuali ripercussioni disciplinari e, nei giorni scorsi, dopo la minaccia dello Sporting di presentare il caso alla FIFA per richiedere un indennizzo, i colchoneros avevano inviato ai lusitani una proposta di acquisto che si aggirava sui 22 milioni di euro

Una cifra ritenuta insufficiente dallo Sporting, che stando a quanto riportato da A Bola ha chiesto all'Atletico 40 milioni per ritirare la denuncia alla FIFA ed evitare di procedere per le vie legali nei confronti degli spagnoli. Si attende la risposta dei colchoneros, ma il giocatore è già con i suoi nuovi compagni e sta affrontando la preparazione estiva agli ordini di Simeone.