Yonghong Li non ha versato i 32 milioni, necessari per garantire quell'aumento di capitale del Milan il cui termine ultimo era fissato per le ore 17:00 di questo pomeriggio. Elliott, dunque, interverrà in surroga, sollecitato dall'amministratore delegato rossonero Marco Fassone. Secondo quanto riporta Ansa, il cinese ha già un debito con il fondo Elliott che ammonta a più di 300 milioni e, per questo, dovrà restituire questi 32 milioni entro 10 giorni. In caso di mancata restituzione della somma versata da Elliott, il fondo avvierà le pratiche per la riscossione del debito. La sede preposta sarà il Tribunale del Lussemburgo, dove ha sede Rossoneri Sport Investment Lux, la società tramite la quale il cinese Yonghong Li aveva rilevato il Milan lo scorso anno.