Dopo settimane di rinvii e indiscrezioni, Emre Can è diventato finalmente un giocatore della Juventus. Un acquisto importante per i bianconeri, celebrato un po' ovunque come l'ennesimo capolavoro a costo zero della dirigenza bianconera. La realtà dei fatti è tuttavia molto distante da questa visione, visto che per ingaggiare il centrocampista tedesco il club torinese sarà costretto a sborsare «oneri accessori (commissioni, ndr) per sedici milioni di euro, pagabili nel corso dei prossimi due esercizi». Alla faccia del colpo gratis. Sistemata la porta e, almeno parzialmente, il centrocampo la Juve continua a lavorare con il Valencia per Joao Cancelo. I due club sono d'accordo sulle cifre dell'operazione (trentotto milioni di euro circa), ma stanno ancora discutendo sulla formula e sulle modalità di pagamento.

Spostandoci a Napoli, cuore diviso a metà per José Callejon, tentato sì dalla possibilità di continuare a lavorare con Maurizio Sarri nel Chelsea, ma ancora di più dalle sollecitazioni del suo amico Pepe Reina, che lo rivorrebbe nello stesso suo spogliatoio al Milan. Assistito dallo stesso procuratore del portiere, l'attaccante spagnolo dovrà decidere a breve, visto che la clausola rescissoria da ventitré milioni di euro scadrà il 30 giugno. I rossoneri sono al momento in netto vantaggio, anche perché devono cautelarsi di fronte all'eventuale partenza di Suso. Il suo agente, Alessandro Lucci, è stato contattato nei giorni scorsi dall'Inter che, tuttavia, non potrà avvalersi della clausola da trentotto milioni di euro, valida solamente per l'estero. Trattare con i rossoneri, che partono da una valutazione di quarantacinque milioni, non sarà affatto facile per Piero Ausilio. Il direttore sportivo nerazzurro proverà a giocarsi la carta Antonio Candreva come contropartita tecnica. Un profilo gradito ai rossoneri, ma mai quanto Marcelo Brozovic.

Giorni importanti anche sul fronte Milan Skriniar. Il difensore slovacco ha ricevuto un'offerta molto stuzzicante dal Manchester United, ma i nerazzurri hanno intenzione di blindarlo al più presto. Durante il vertice di giovedì con l'agente dell'ex Sampdoria, la dirigenza milanese ha confermato la volontà di rinnovare il contratto, partendo da una proposta di circa tre milioni di euro, bonus inclusi. Le trattative andranno avanti nei prossimi giorni.