Ruota tutto attorno al Real, o quasi. Ancora impegnato nella caccia all'erede di Zinedine Zidane, il club spagnolo ha dovuto metabolizzare negli ultimi giorni anche l'irreversibilità della scelta di Cristiano Ronaldo. Il fuoriclasse portoghese ormai ha deciso e, a meno di ripensamenti improvvisi, lascerà i Blancos. In Portogallo parlano di promesse presidenziali non mantenute, non riguardanti l'aspetto economico, in Spagna sono invece convinti che al lusitano non siano piaciute le cifre proposte per il rinnovo, perché ancora troppo distanti da quelle percepite da Leo Messi e Neymar. Molto probabilmente sono valide entrambe le versioni e l'addio di Zizou ha forse acuito la voglia di cambiare aria di Cr7. Non sono molte le squadre che possono permettersi di accontentarlo dal punto di vista economico. Tra queste ci sarebbe il Psg, se non ci fosse la mannaia dell'Uefa all'orizzonte.

Per affrontare una spesa del genere, sarebbe necessaria la partenza di Neymar, accostato ormai da mesi proprio al Real. Non ha problemi finanziari, invece, il Manchester United.
I Red Devils sarebbero pronti a riaccogliere Cristiano Ronaldo a braccia aperte e la soluzione inglese è anche la preferita di mamma Dolores.

Sale Conte, ma non tra i tifosi

Tornando all'argomento panchina, nelle ultime ore sta prendendo sempre più quota la candidatura di Antonio Conte, visti i rifiuti di alcuni e l'impossibilità di arrivare ad altri candidati. L'eventuale passaggio al Real dell'allenatore italiano, verrebbe accolto con feste e fuochi d'artificio anche dal Chelsea, sulla cui testa incombe ancora la penale da undici milioni di euro in caso di esonero. Il tecnico salentino non riscuote molti consensi tra i tifosi blancos. In un sondaggio pubblicato da Marca, solamente il 25% dei partecipanti si è detto favorevole all'ingaggio dell'ex Juve. Nonostante l'impasse in panchina, il Real continua comunque a progettare il proprio futuro e nelle ultime ore ha praticamente perfezionato il colpo Rodrygo. L'attaccante diciassettenne del Santos costerà circa quarantacinque milioni di euro ai Merengues, che hanno beffato il Barcellona. Il club catalano, nel frattempo, ha nominato Eric Abidal come segretario tecnico al posto di Robert Fernandez.

Le mosse in Premier

Frenata per Nabil Fekir in casa Liverpool. Il presidente del Lione ha escluso che essa possa avvenire prima del Mondiale. Il West Ham di Pellegrini dopo Felipe Anderson e Pastore ha messo nel mirino anche Rafinha. Il giocatore del Barça ha tuttavia preso tempo per attendere una mossa dell'Inter.