La dominazione spagnola è tornata, ma tranquilli, stiamo parlando solo di calcio. Con la vittoria di mercoledì scorso, l'Atletico Madrid ha portato in dote alla Spagna il ventinovesimo trofeo europeo dal 2000 a oggi. Negli ultimi diciotto anni, tra Champions League, Coppa Uefa/Europa League e Supercoppa europea, le squadre iberiche hanno letteralmente surclassato gli avversari stranieri, vincendo più del cinquanta per cento delle cinquantacinque finali disputate.

Lasciando le briciole alle squadre inglesi (otto successi), italiane (cinque trionfi), portoghesi, tedesche e russe (tre), turche (due), olandesi e ucraine (una vittoria). Un'egemonia che ha coinvolto soprattutto quattro squadre: l'Atletico, per l'appunto, il Barcellona, il Real Madrid e lo splendido Siviglia di Monchi. In attesa della finale di Kiev tra Blancos e Liverpool, fino ad oggi sono ben nove le Coppe dalle grandi orecchie vinte da club spagnoli: cinque portano la firma del Real (2000, 2002, 2014, 2016 e 2017) e quattro quella del Barça (2006, 2009, 2011 e 2015). La metà esatte delle finali dal 2000 al 2017 si è dunque conclusa con un trionfo giallorosso.

Invincibile in Europa League

Sono nove anche le Coppa Uefa/Europa League vinte, alzate al cielo cinque volte dal Siviglia (2006, 2007, 2014, 2015 e 2016), tre dall'Atletico Madrid (2010, 2012 e 2018) e una dal Valencia (2004). Grazie al 3-0 di mercoledì sera sul Marsiglia, i colchoneros hanno raggiunto Inter, Juventus e Liverpool al secondo posto dell'albo d'oro della competizione, ma condividono insieme agli andalusi il record di coppe vinte da quando il trofeo ha cambiato nome, nel 2009.

La Supercoppa è roba loro

Fin qui abbiamo contato diciotto trofei, equamente distribuiti tra i due maggiori tornei europei per club. Ma il territorio di caccia preferito della Spagna è stato senza dubbio la Supercoppa europea. Con ben undici successi su diciotto tentativi a disposizione, le squadre spagnole sono riuscite a dettare legge anche quando non sono partite con i favori del pronostico in quanto detentrici della coppa meno nobile delle due.

È il caso, ad esempio, di Valencia e Siviglia. Nel 2004 il club del Pipistrello vinse per 2-1 contro il Porto, mentre nel 2006 la squadra andalusa demolì per 3-0 il Barcellona di Ronaldinho, Eto'o e Messi. Vittorie a sorpresa, ma anche sconfitte inopinate come quella del Real, battuto per 1-2 ai supplementari dal Galatasaray di Mircea Lucescu. Nonostante quella disfatta, i Blancos possono consolarsi con ben quattro titoli vinti dal 2000 a oggi, confermando anche qui la supremazia sul Barcellona, fermo a tre davanti all'Atletico (due successi), il Siviglia e il Valencia fermi a uno.

I derby di Spagna in finale

A testimoniare uno strapotere quasi indiscusso concorre anche il numero di derby spagnoli disputatisi in finale. In Champions questa serie di successi iniziò con Real Madrid-Valencia 3-0 nel 2000. Nel 2014 ci fu il primo vero derby, con l'Atletico che fu sconfitto per 1-4 dai cugini dopo i tempi supplementari. Nel 2016 ci vollero invece i rigori per decretare il successo del Real sulla squadra allenata da Diego Pablo Simeone.

In Europa League, nel 2007 il Siviglia vinse contro l'Espanyol. Nel 2012 l'Atletico strapazzò l'Athletic. Nel 2007 il Barcellona perse contro Monchi, ma si vendicò nel 2015. L'anno prima e nel 2016 è stato invece il Real a battere gli andalusi.