Il Siviglia può vincere per la sesta volta nella sua storia l'Europa League e può tornare a farlo dopo quattro anni (sarebbe la quarta negli anni Dieci). La squadra che ha eliminato la Roma agli ottavi di finale con un 2-0 ha sconfitto il Manchester United per 2-1 dopo una partita dai ritmi non particolarmente elevati. Dopo appena nove minuti Bruno Fernandes aveva illuso la squadra di Solskjaer siglando dal dischetto il vantaggio inglese, ma il Siviglia, soffrendo leggermente la spinta offensiva dello United (maiuscola la prestazione di Bono, estremo difensore del Siviglia in prestito dal Girona), ha avuto la meglio soprattutto sul piano della qualità del possesso e ha pareggiato i conti con una rete dell'ex Milan Suso al ventiseiesimo minuto. Decisivo, a dodici minuti dal novantesimo, il colpo ravvicinato di Luuk De Jong (ottavo centro stagionale per l'ex punta del Psv) che ha colto una difesa piuttosto disattenta. Riassumono molto bene la semifinale vinta dal club di Monchi gli Expected Goals finali: per il dato statistico basato sulle occasioni da goal create avrebbero dovuto vincere i Red Devils (1.37-2,69).