L'emergenza Coronavirus comincia ad produrre i primi effetti in negativo anche sull'economia e i club cominciano a correre ai ripari. Mentre in Italia in queste ore si discute del taglio dei salari dei calciatori, il buon esempio arriva dal Leeds United. Squadra e staff hanno rinunciato allo stipendio per permettere al club di pagare gli altri 274 dipendenti.

"Il Leeds United può confermare che i giocatori, lo staff tecnico e il gruppo dirigente si sono offerti volontari per un differimento salariale per il prossimo futuro, al fine di garantire che tutto il personale non calcistico di Elland Road e Thorp Arch possa essere pagato e che l'integrità del business possa essere mantenuto durante questi periodi incerti", si legge nel comunicato apparso sul sito del club.