Il Tas, tribunale arbitrale dello sport con sede a Losanna, ha emesso la decisione in merito alla controversia tra il Chelsea e la Fifa riducendo la squalifica del club londinese. Il comitato d'Appello della federazione internazionale aveva dichiarato la squadra inglese responsabile per le violazioni della normativa FIFA in tema di trasferimenti di giocatori e vietava alla stessa di poter acquistare nuovi calciatori, a livello nazionale e internazionale, per i due periodi consecutivi di mercato, sanzionandola inoltre con una multa da 600000 euro.

Oggi però il tribunale arbitrale dello sport, tramite un comunicato ufficiale, ha annunciato la decisione di ridurre il blocco del mercato ad un solo periodo (quello estivo già passato) e dimezzato la sanzione a 300000 euro. Il Chelsea potrà quindi intervenire nella prossima sessione di mercato per la felicità del tecnico Lampard che sogna già qualche rinforzo.