Liverpool-Manchester City non finisce e continua anche nel ritiro dell'Inghilterra. Raheem Sterling ha aggredito il compagno di nazionale Joe Gomez ed è stato escluso dal ct Gareth Southgate per la sfida contro il Montenegro. L'esterno del City resterà comunque aggregato alla squadra e potrebbe rientrare contro il Kosovo.

I due si erano già scontrati durante la partita giocata domenica a Anfield e gli strascichi si sono protratti anche in nazionale. Secondo la ricostruzione del Daily Mail la lite sarebbe avvenuta in mensa: Sterling avrebbe risposto al saluto di Gomez mettendogli le mani al collo. I compagni di squadra inizialmente pensavano ad uno scherzo e solo dopo qualche secondo sono intervenuti per separarli.

Lo stesso Sterling qualche ora dopo si è scusato con Gomez, con i compagni di squadra e lo ha fatto anche pubblicamente sui social: "Tutti sapete cosa significhi Liverpool-City per me! Con Joe ci siamo scambiati qualche parola di troppo, ma ora è tutto passato e guardiamo avanti - ha scritto su Instagram - Questo sport ti porta a volte a cedere alle emozioni, ma sono abbastanza uomo da ammettere quando questo ti porta a dare il peggio di te. Sia io che Gomez sappiamo che sono stati 5-10 secondi di follia e ce li siamo già lasciati alle spalle. Non facciamo diventare questa cosa più grande di quella che è e ora concentriamoci sulla partita di giovedì".

Visualizza questo post su Instagram

🦁🦁🦁

Un post condiviso da Raheem Sterling x 😇 (@sterling7) in data: